Categorie: Economia urbana

Roma Capitale al buio. L’illuminazione che non c’è

Molte strade o zone sono costantemente poco illuminate, nonostante la denuncia del ministro Lamorgese. La tecnologia a led avanza ma ancora non basta

Per millenni è stata il faro della civiltà occidentale. Eppure Roma è sempre più buia. Nelle sue strade, nei suoi angoli, nei suoi vicoli. Per la gioia dei malintenzionati, per il terrore dei romani. Poca illuminazione, uguale più facile operare furti e micro-criminalità. E pensare che proprio pochi giorni fa, dalle colonne del Messaggero, il ministro degli Interni, Luciana Lamorgese, ha lanciato l’allarme.

“Credo sia indubbio che per combattere il crimine e i reati di strada anche a Roma serva più illuminazione notturna e l’installazione di un numero sempre maggiore di telecamere. Su questo tema lancerei una proposta: coinvolgere le associazioni di categoria dei commercianti per tenere accese anche di notte le vetrine e le insegne, sul modello efficacemente attuato in grandi città tedesche come Monaco”. Bella idea, ma perché arrivare a tanto?

In effetti capita spesso di imbattersi in vere e proprie zone completamente, o quasi, buie, anche centrali. Troppo spesso, a Roma caput mundi, ci sono vie o interi quartieri che restano a lungo con i lampioni spenti. E in molte zone l’illuminazione pubblica, se anche funziona, è palesemente insufficiente quando arriva alle strade. Anche perché viene spesso intercettata da alberi che non vengono curati e potati da anni. E così, di notte, diventa difficile camminare per strade buie spesso coperte da rifiuti che nessuno porta via o su marciapiedi costellati di buche ed avvallamenti.

Dal 2016 il Campidoglio ha avviato un progressivo rinnovamento dell’illuminazione pubblica, a base di led, al posto delle tradizionali lampadine a gas. Quasi 200 mila punti luce e 170 mila lampadine a led in 15 municipi. Operazione che però ancora non sembra aver risolto del tutto il problema dell’illuminazione. Non è così raro, poi, assistere a lampioni al led in mezzo alla strada che funzionanocon luci intermittenti. Come in discoteca. Che città, Roma.

Stampa
Condividi
Pubblicato da Gianluca Zapponini

Articoli recenti

Anni ’70, il viaggio a Roma di un turista speciale: Bruce Lee

Alcuni scatti lo ritraggono al Colosseo con l’attrice Nora Miao e con Chuck Norris

4 ore fa

Movida folle e contagiosa

Blitz delle forze dell`ordine per frenare la Movida selvaggia, sigilli a chioschi e bar. Blitz anche a Trastevere

5 ore fa

E i pesci continuano a morire nel “nemico” Tevere

Una nuova tragica moria di pesci nel Tevere: Marevivo lancia una petizione per chiedere la nomina di un commissario straordinario

23 ore fa

Torna lo Street Food a Santa Marinella

Da giovedì 16 a domenica 19 Santa Marinella si riempirà dei profumi e sapori del ritrovato tour dello Street Food

24 ore fa

La Direttiva Europea SUP ha dimenticato i Bicchieri

Allarme di Marevivo: fra le tante plastiche bandite per evitare ulteriore inquinamento, la direttiva Europea NON ha tenuto conto dei…

1 giorno fa

Bengalesi, contagi dalla Casilina all`Appio

Quarantene violate, residenze false e nessun rispetto delle norme dell'isolamento. Il Covid sembra non far paura ai Bengalesi 

1 giorno fa

Grazie ad Acea il Pantheon ha una nuova illuminazione

Usate150 luci a LED di ultima generazione (per una potenza complessiva di 7500 W) che hanno sostituito le vecchie apparecchiature,…

1 giorno fa

Autostrade: Benetton si o Benetton no

A due anni dalla tragedia annunciata del ponte Morandi solo i giudici hanno avuto il coraggio di stare dalla parte…

1 giorno fa

Al Bioparco di Roma due nuovi leoncini

Il nome lo daranno bambini. Raggi a presentazione cuccioli,simbolo speranza e rinascita

2 giorni fa

Luca Barbareschi, Eliseo a dicembre in liquidazione

La fine di un calvario durato due anni

2 giorni fa

Questo sito utilizza cookie.