torna su
27/11/2020
27/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Stati Generali, al via terza giornata con banche e imprese

Ieri invece è stata la giornata di Vittorio Colao, a capo della task force di esperti per la ripartenza

Avatar
di Redazione | 2020-06-16 16/06/2020 ore 10:37

Proseguono gli incontri a Villa Pamphilj tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e le forze economiche e sociali del Paese. Oggi, per la terza giornata degli Stati generali, alle 9:00 sarà la volta di Confcommercio, Confesercenti, Casartigiani, Confartigianato, e Cna.

Alle 12 poi Unioncamere, Federdistribuzione, Federterziario, Assoeventi, CNCC – Consiglio dei Centri Commerciali. Alle 15:30 toccherà ad Alleanza delle Cooperative Italianee Ue Coop – Unione Europea delle Cooperative mentre alle 18 saranno attese Abi, Ania, Assogestioni e Federcasse.

Ieri è stata invece la giornata di Vittorio Colao, a capo della task force di esperti per la ripartenza, che ha presentato il piano per la ripartenza dell’Italia, e poi gli incontri con enti locali e sindacati, con il premier Conte che ha annunciato un decreto legge per la proroga per altre 4 settimane di cassa integrazione, mentre si lavora a un meccanismo per la cig “nuovo e molto più veloce”. Per i sindacati la giornata di ieri è stata positiva, anche se si tratta di un primo passo.

Conte ha poi lanciato un ennesimo appello alle opposizioni dichiarando di essere “dispiaciuto” che non abbia raccolto l’invito agli Stati generali sull’economia “ma sarò testardo e continuerò a formulare un nuovo invito all’esito di queste giornate”.

“Alle opposizioni dico: non raccogliere il nuovo invito vuol dire rendere la democrazia italiana singolare. Se vogliono scegliere il luogo, ci mettiamo d’accordo: se questo è il problema, è secondario. Ma rifiutare il confronto mi sembra davvero singolare agli occhi del mondo che ci guarda”, ha aggiunto.

Archiviata la giornata di ieri con i sindacati, c’è invece attesa per l’incontro chiave di domani 17 giugno, con Confindustria. Carlo Bonomi è atteso nel pomeriggio visto che la mattina il premier è impegnato in Parlamento per l’informativa in vista del prossimo Consiglio Europeo. L’organizzazione degli imprenditori presenterà durante gli Stati generali un suo piano di proposte. Secondo Bonomi, “l’Italia ha bisogno di investimenti, sia pubblici che privati”, che siano di “qualità ed efficaci”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24243 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014