torna su
13/08/2020
13/08/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Rifiuti: Monte Carnevale, tegola Cds per la Raggi

Stop del Consiglio di Stato, dopo mesi di proteste trasversali, all’autorizzazione ambientale per il nuovo sito tra Roma e Fiumicino

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2020-06-19 19/06/2020 ore 18:00

Il sindaco di Roma Virginia Raggi presenta il piano balneare 2020

Tegola Consiglio di Stato sulla discarica di Monte Carnevale, tra Roma e Fiumicino. E pensare che Virginia Raggi, sindaca di Roma, l’ha sempre sponsorizzata per trovare una discarica alternativa per i rifiuti di Roma. Ma ora, per il momento, la giustizia amministrativa si è messa di traverso. Dopo le proteste dei residenti, di Aeroporti di Roma e persino dei militari ora è Palazzo Spada a bloccare tutto.

Secondo quanto scrive l’agenzia di stampa Direil Consiglio di Stato, accogliendo il ricorso del comitato Valle Galeria Libera, ha infatti sospeso con ordinanza l’autorizzazione integrata ambientale concessa il 27 dicembre scorso dalla Regione Lazio alla New Green Roma per costruire nell’ex cava di fronte all’ex discarica di Malagrotta un impianto di smaltimento di rifiuti inerti.

L’atto, spiega l’agenzia di stampa ripresa da Nextquotidiano, comporta l’immediato stop ai lavori e rappresenta anche un ostacolo al progetto della società partecipata a maggioranza dalla Mad di Valter Lozza (che gia’ possiede due delle tre discariche di rifiuti urbani in funzione nel Lazio) di realizzare in quell’invaso la discarica dei rifiuti di Roma per 1,4 milioni di tonnellate. Infatti, la Ngr aveva cominciato i lavori (già sospesi a marzo dopo che il Tar aveva inizialmente sospeso l’autorizzazione regionale per poi revocare poco dopo la sospensiva) di “preparazione” alla discarica di rifiuti speciali derivanti dal trattamento degli urbani approfittando proprio dell’Aia ottenuta per costruire la discarica di inerti e fanghi.

“La sentenza del Consiglio di Stato su Monte Carnevale non fa altro che confermare le nostre perplessit, ampiamente esposte e denunciate, su una scelta della Regione Lazio miopie e priva di senso. Una vittoria anche per i cittadini della zona che in tutti questi anni hanno gi dovuto pagare un prezzo troppo alto per la sciagurata gestione dei rifiuti da parte delle amministrazioni. Adesso ci auguriamo che gli enti proposti, non riprendano a scaricarsi le responsabilit, ma trovino una concreta risoluzione a questa annosa problematica. Come Fratelli d’Italia in tempi non sospetti abbiamo gi presentato una serie di proposte con il virtuoso obiettivo dei ‘rifiuti zero’, ma come al solito non siamo stati ascoltati da una giunta arrogante che oggi paga il frutto delle sue errate decisioni”, hanno dichiarato il capogruppo e il consigliere di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio, Fabrizio Ghera e Chiara Colosimo.

Pensare che nemmeno un mese fa la Raggi spiegava come la discarica di Monte Carnevale e’ stata autorizzata ed è in costruzione”. Non è così, per ora.

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014