torna su
19/09/2020
19/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

La carica dei migranti fuggiti: Viterbo

Sono circa 320 i migranti partiti dalla Sicilia verso il Lazio, tutti diretti verso piccoli Comuni. Il sindaco di Valentano: “Il Ministero non ci ha informati’’.

Avatar
di Redazione | 2020-07-30 30/07/2020 ore 14:00

 

Invasione di migranti nel Lazio, con 320 profughi sbarcati a Lampedusa trasferiti dal Ministero degli Interni nei piccoli Comuni della nostra Regione. L’onda ha investito la provincia di Viterbo, facendo scoppiare una bomba: una quarantina di immigrati sono stati spediti in un convento inagibile a Valentano, paese medievale di 2800 abitanti, senza aver allertato il sindaco.

‘’Affari Italiani’’ informa del caso che è esploso martedì, quando il primo cittadino del piccolo Comune a nord di Viterbo ha ricevuto una telefonata del tutto informale dalla prefettura viterbese che lo informava dell‘arrivo di alcuni migranti sbarcati a Lampedusa nell’ex convento dei frati minori, conosciuto come il Santuario della Madonna della Salute, luogo in cui avrebbero dovuto svolgere la quarantena per il Coronavirus.

Nessuna comunicazione ufficiale dal Ministero degli Interni che avvisasse il sindaco, responsabile della sanità del Comune, dell’arrivo di una quarantina di potenziali positivi al Coronavirus nel piccolo paese che di positivi ne ha avuti solamente due.

Questo è un fatto gravissimo – spiega ad ‘’Affari Italiani’’ il sindaco, Stefano Bigiotti –. Non solo nessuno ci ha avvisato ufficialmente dell’arrivo di questi migranti, ma il Viminale li ha spediti in un ex convento con vincolo cimiteriale che, di fatto, ne impedisce la messa in dimora. La struttura è priva di agibilità e di qualsiasi tipo di utenza. La struttura è inadeguata, non capisco come il Governo pensa di farla diventare un centro accoglienza a tutti gli effetti”.

Ad oggi ancora non è arrivata nessuna comunicazione dal Governo sullo “sbarco” dei migranti a Valentano, ma i cittadini residenti vicino al Santuario hanno fatto sapere al sindaco che nella notte tra martedì e mercoledì hanno visto pullman arrivare nel parcheggio davanti all’ex convento. Effettuato un sopralluogo da Affari italiani, fuori al Santuario non c’è l’ombra di militari o di migranti ma è impossibile entrare nella struttura: nella giornata di martedì anche al sindaco Bigiotti è stato impedito di vedere lo stato interno del Santuario.

Da qui la preoccupazione del primo cittadino di non riuscire a garantire la sicurezza dei cittadini, spaventati dall’arrivo di questi potenziali infetti: “Io non sono in grado di poter far rispettare la sicurezza nel mio Comune. I migranti riescono a scappare dai centri di accoglienza di Lampedusa presidiati dall’esercito ed io, che ho una vigile in part-time, una caserma dei carabinieri in sotto organico e due medici di base, come faccio a garantire ai miei cittadini che non rischieranno di venire a contattato con queste persone? Non siamo in grado di affrontare questa situazione. Conte non aveva detto che il suo Governo non operava con il favore delle tenebre? Non eravamo noi le sentinelle dello Stato? Il Governo ci deve fornire il numero esatto ed i nominativi delle persone al più presto. Noi ci sentiamo traditi”

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23694 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014