torna su
07/03/2021
07/03/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Stadi: progetto green per Flaminio, 4 imprese e As Roma nuoto

Al momento non c’e’ l’As Roma calcio nel cartello

Avatar
di Redazione | 2021-01-18 18/01/2021 ore 17:11

Una societa’ edile, che ha realizzato negli anni immobili residenziale ed uffici anche nella Capitale, una specializzata nella costruzione di stadi in legno a vocazione ecosostenibile, un’azienda leader nel settore di involucri edilizi nello stesso materiale ecologico. E poi una impresa specializzata in tecnologia e l’As Roma Nuoto come partner sportivo. Questa la composizione del gruppo di quattro imprese e una societa’ sportiva, che ha presentato nei giorni scorsi in Campidoglio un progetto di riqualificazione dello stadio Flaminio tramite un partenariato pubblico-privato. Al momento non c’e’ dunque l’As Roma calcio nel cartello che si propone di rilevare la gestione dell’impianto sportivo costruito per le Olimpiadi del 1960 e ormai in disuso dal 2011. Lo stadio e la zona circostante vanno ripensati e ristrutturati. Nei mesi scorsi uno studio realizzato per conto del Campidoglio dal Dipartimento di Ingegneria dell’Universita’ La Sapienza, anche grazie ad un contributo della Getty Foundation, ha stimato in 80 milioni di euro la somma necessaria per il recupero della struttura, che all’interno dispone di una piscina coperta e di una palestra.

Una volta riqualificato con un progetto basato sulla biosostenibilita’ il Flaminio potrebbe divenire appetibile anche per le squadre di calcio della Capitale.

Negli ultimi mesi si e’ ipotizzato di un possibile interesse della nuova proprieta’ del club giallorosso per l’impianto, visto l’iter difficoltoso che si trascina da 6 anni del progetto a Tor di Valle ereditato dalla precedente gestione. I dubbi relativi al progetto riguarderebbero la convenienza di realizzare ex novo con un impegno finanziario da quasi 1 miliardo di euro uno stadio da 55 mila posti, una serie di opere urbanistiche e degli edifici ad uso uffici in un momento in cui, a causa pandemia, si gioca a porte chiuse e il lavoro e’ slittato spesso in modalita’ smart working. Il Flaminio avrebbe inoltre il pregio di essere solo da ristrutturare ed una collocazione vicina ad una serie di mezzi di trasporto pubblico.

Stampa

tagsflaminio

A proposito dell'autore

Avatar
25007 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014