torna su
10/04/2021
10/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Alitalia: dipendenti, senza stipendi, non c’è più liquidità

Sindaco Montino, prosegue battaglia con lavoratori

Avatar
di Redazione | 2021-03-26 26/03/2021 ore 16:30

Rabbia, amarezza, e tanta preoccupazione per il mancato pagamento degli stipendi e sulle sorti della compagnia aerea. Questo il clima che si respirava oggi all’aeroporto di Fiumicino fra le centinaia di persone – impiegati, assistenti di volo e operai – che hanno preso parte alla manifestazione proclamata dai sindacati Filt-Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti ed Ugl Trasporto Aereo.

“Siamo qui a rivendicare il diritto di tutti i lavoratori a ricevere lo stipendio. – spiega Sara Di Marco, impiegata nel settore partenze di Alitalia, tra le manifestanti – Sono mesi che ogni giorno del pagamento, puntualmente i lavoratori vedono slittamenti; se non addirittura il rischio non ricevere proprio lo stipendio. Questo perche’ l’azienda ha dichiarato di non avere piu’ liquidita’ nelle casse. Chiediamo alle istituzioni di intervenire energicamente – prosegue l’impiegata di Alitalia – perche’, peraltro, durante questo difficile anno di pandemia abbiamo garantito comunque tutti i servizi; la continuita’ territoriale ed extra-territoriale; dimostrando a tutto il Paese che il settore del trasporto aereo e’ necessario.”

Preoccupazione e’ stata espressa anche da parte di numerosi dipendenti di alcune societa’ che lavorano nell’indotto aeroportuale. “Siamo a rischio del nostro posto di lavoro – ha riferito Paolo Di Giovine segretario nazionale metalmeccanici di Ugl e dipendente della societa’ Babckok, che si occupa della manutenzione dei mezzi di Alitalia – Il nostro contratto scade fra 3 giorni, ma non sappiamo nulla. A rischio ci sono sono circa un centinaio di famiglie.”

Anche il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, dopo aver preso parte alla manifestazione all’aeroporto Leonardo da Vinci, non molla la presa: “Proseguiamo la battaglia con i lavoratori Alitalia”.

“L’intero Consiglio comunale oggi e’ stato qui, sia maggioranza che opposizione, per portare l’appoggio alla lotta dei lavoratori e delle lavoratrici che vedono a rischio il proprio stipendio. Undici mila persone lavorano in Alitalia, va difesa una comunita’ intera. Oltre a loro sono in gioco poi altre 20 mila persone”. “Al di la’ della questione degli stipendi, pur importantissima, su Alitalia c’e’ un problema di prospettiva, che purtroppo sembra alquanto dubbia. Le prime mosse del Governo – ha spiegato il sindaco, affiancato dal vice sindaco Ezio Di Genesio Pagliuca ed altri assessori – appaiono sbagliate. Temiamo che rapidamente si passi alla liquidazione della compagnia. Il tentativo di fare un Piano industriale, come quello di Ita, cosi’ ristretto, spezzettato, non e’ la soluzione. Abbiamo chiesto un incontro con i Ministri, la prossima settimana forse riusciremo a vederci, perche’ vogliamo continuare a ragionare su una soluzione vera, che non spezzetti nulla, che dia una risposta a tutti i lavoratori e a un comparto, quello del trasporto aereo, che per anni e’ stato fiore all’occhiello e che deve tornare a esserlo grazie a un forte sviluppo. E’ quello che stanno facendo moltissime compagnie europee e mondiali, tutti i grandi e piccoli Stati hanno la propria compagnia di bandiera. Cosi’ come vedono, per le proprie compagnie di bandiera, la gestione di asset importanti come l’handling e la manutenzione. Noi invece sembra che di questi asset ce ne vogliamo liberare, oltre a tagliare aerei e personale. Ma questo significhera’ che in futuro il turismo andra’ in altri luoghi e non piu’ in Italia”, conclude il primo cittadino.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25259 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014