Rifiuti, il sindaco di Guidonia chiede il ritiro delle autorizzazioni Tmb

Non prenderemo scarti né da Roma né da altri, così il sindaco di Guidonia su Facebook

Il sindaco di Guidonia, Michel Barbet, ha chiesto ieri nel corso della riunione con il prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, il ritiro delle autorizzazioni del Tmb che insiste sul suo territorio. Con un post su Facebook il sindaco ha spiegato che nella “partecipata riunione convocata dal prefetto di Roma” e alla “quale erano presenti tra gli altri anche la sindaca di Roma Virginia Raggi e rappresentanti di Regione Lazio e Città metropolitana, io, insieme all’assessore all’Ambiente Antonio Correnti, ho ufficializzato la richiesta di ritiro delle autorizzazioni e ribadito la piena contrarietà di Guidonia Montecelio a ogni ipotesi di utilizzo di Tmb e discarica dell’Inviolata con rifiuti provenienti da Roma o da qualunque altra parte. Nella delibera di giunta – prosegue Barbet -, votata la scorsa settimana, abbiamo spiegato le nostre ragioni per le quali, con una nota a mia firma, abbiamo chiesto ufficialmente alla Regione Lazio ai sensi del Testo unico ambiente, il riesame dell’autorizzazione con la quale potrebbe entrare in funzione l’impianto Tmb. Riesame finalizzato, chiaramente, al ritiro della stesse per mutate condizioni ambientali e urbanistiche che possono seriamente compromettere la salute pubblica e la salubrità del nostro territorio”

“Siamo fiduciosi che il prefetto e tutti i convenuti abbiamo compreso le ragioni di una città martoriata da oltre un trentennio di sversamenti di rifiuti che stanno mettendo in pericolo la salute dei cittadini – prosegue il sindaco di Guidonia -, arrecando un danno concreto al nostro ambiente ed alla nostra terra. La conferenza dei servizi, che era aperta da 11 anni ed è stata chiusa da questa amministrazione, ha indicato un chiaro percorso di caratterizzazione e monitoraggio finalizzati alla bonifica dell’area della discarica, che sarebbe completamente inficiato da ulteriori conferimenti e da camion colmi di immondizia che lo comprometterebbero inesorabilmente”. Ha poi concluso il sindaco.

Le polemiche da giorni impazzano sui rifiuti della Capitale non sembrano avere tregua, l’unica cosa certa è che Roma continua a navigare in un mare di spazzatura.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna