torna su
11/04/2021
11/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Nuovo stadio della Roma, al via indagini geotecniche

Esperti Geores: conoscenza sottosuolo indispensabile

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 15/04/2015 ore 10:06
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:41)

Il programma di sviluppo dello stadio dell’AS Roma prosegue spedito dopo che questa settimana sono partite le indagini geotecniche nel sito nel quale sorgerà la struttura. A darne notizia la società della Roma sul suo sito. “Un team di esperti di Geores, una delle principali società italiane nel campo dei servizi di geotecnica, è arrivato questa settimana nel sito di Tor di Valle e ha dato il via alle perforazioni del sottosuolo nel luogo in cui verranno eretti lo stadio e l’adiacente business park, con la gestione dei lavori affidata a Euronova”, scrive il sito giallorosso sottolineando come l’obiettivo sia “l’inizio ufficiale dei lavori nel 2015”. I lavori sono essenziali in progetti di queste dimensioni e proseguiranno in loco per le prossime tre settimane, dimostrando i passi avanti che sono stati fatti attorno allo sviluppo e alla costruzione di uno degli stadi di calcio più attesi a livello globale. “La conoscenza del sottosuolo è assolutamente indispensabile e necessaria alla realizzazione di un’opera civile così importante come uno stadio – afferma Claudio Vercelli, direttore generale della Geores – è importante perché conoscere il sottosuolo significa conoscere le caratteristiche del sito dove verrà realizzata l’opera e in funzione delle caratteristiche che noi stiamo indagando attraverso le prime perforazioni, si daranno i parametri corretti agli ingegneri strutturisti che dovranno progettare e dimensionare l’opera, in questo caso le strutture che sorreggeranno lo stadio”. “I carotaggi dureranno poco più di trenta giorni, le indagini sono molto accurate e devono essere spinte molto in profondità per conoscere bene le caratteristiche del sottosuolo. Dopo di che, ci sposteremo in laboratorio”, spiega. “Dalle analisi ci aspettiamo la presenza di un terreno che sarà certamente idoneo alla costruzione dello stadio. Lo conosciamo, lo abbiamo già indagato negli anni scorsi direttamente su questo sito e nei siti limitrofi, quindi ne conosciamo le caratteristiche geologiche e geotecniche. Noi qui abbiamo il compito soprattutto di ottenere dei dati da inserire nei calcoli di dimensionamento delle strutture. Per dirlo in termini semplici, stiamo realizzando una scheda tecnica di approfondimento di dati che già abbiamo e che dicono che il terreno è idoneo alla costruzione dell’opera”, aggiunge. “Ho visto i primi dati architettonici dello stadio. Sarà una struttura molto bella, da un punto di vista estetico e da un punto di vista funzionale. E poi non sarà solo uno stadio; intorno alla struttura principale ce ne saranno altre accessorie, con destinazioni varie”, conclude. (gc)

https://www.youtube.com/watch?v=NhhaF56s-FE

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25264 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014