torna su
28/09/2020
28/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Ritardi e disagi su metro A, Marino: la città non merita questo

Gabrielli: rispettare i cittadini

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 8/07/2015 ore 13:43
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:48)

Forti ritardi e rallentamenti, anche oggi, per quanto riguarda il trasporto pubblico capitolino. A darne notizie l’Atac, sul proprio sito. Forti rallentamenti, appunto, si registrano sulla Linea A della Metropolitana. Lievi ritardi sulla Linea B mentre la Metro C, unica linea che non prevede macchinisti, è regolare. Rallentata anche la Roma-Viterbo. Sulla Roma-Giardinetti, invece, il servizio non ha subito stop o rallentamenti. La Roma-Lido, invece, registra frequenze a rilento con tempi, tra un treno e l’altro, di oltre 30minuti. Dalle 13, informa Atac, è attivo un servizio di sussidio bus sulla tratta Porta San Paolo-Acilia-Lido Centro. Intanto il Codacons ha presentato oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Roma in merito ai disagi patiti in questi ultimi giorni dai passeggeri della metropolitana della capitale, causati dagli ‘scioperi bianchi’ dei dipendenti. Nella denuncia l’associazione chiede ai magistrati di indagare i lavoratori responsabili dei disservizi per i gravi reati di interruzione di pubblico servizio e violenza privata. 

 

La reazione di Marino e Gabrielli

 

“La citta’ non merita quello che sta accadendo in queste ore ad Atac. I macchinisti di Milano e Napoli guidano più ore rispetto a Roma. La conflittualità è nata quando abbiamo chiesto di strisciare il badge. Non credo abbiamo chiesto una soverchieria. Non credo ci sia nulla di male”. Così il sindaco di Roma, Ignazio Marino, durante l’incontro in Campidoglio con gli eletti di Sel. “Serve uno sforzo culturale da far fare alla città. Credo che la città lo abbia capito ed abbia diritto di vedere dei servizi che migliorano”, ha aggiunto il primo cittadino. “La città non può essere lasciata in queste condizioni. Le legittime rivendicazioni possono avere forme di confronto di altra natura e tutto quello che incide pesantemente sulla vita dei romani deve essere perseguito anche con azioni molto dure che io invocherò, da quelle disciplinari a quelle di denuncia per interruzione di pubblico servizio”. Lo ha detto il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, a margine dell’incontro con i comitati dei cittadini del III Municipio, interpellato in merito allo sciopero bianco di alcuni macchinisti della metropolitana. “Non ho parlato con il sindaco, – ha aggiunto – ma e’ un tema su cui sono in contatto con i suoi uffici”. Per il prefetto, “un conto sono le legittime, sacrosante, doverose rivendicazioni di ogni categoria e di ogni tipo di lavoratore, alle quali io, personalmente, mi inchino sempre; un altro conto e’ il rispetto che dobbiamo all’utenza,- ha concluso – a questi cittadini romani che ormai vivono condizioni di grandissima sofferenza”. (fonte Omniroma)

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23758 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014