torna su
27/11/2020
27/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Agrinido e Agriasilo, una nuova scelta pedagogica

Immersi nel verde, si coltiva l'orto e si studiano gli animali

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 29/08/2015 ore 14:44
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:53)

Il desiderio di riavvicinarsi ad una dimensione più naturale e semplice sta
contagiando anche le scelte pedagogiche. In tutta Italia si stanno diffondendo
gli Agrinido e gli Agriasili, delle strutture immerse in una ricca vegetazione dove i bambini possono conoscere molti tipi di piante e imparare a relazionarsi con gli animali. Insomma, una versione più ricca delle fattorie didattiche.
La maggior parte delle attività si svolgono all’aperto, si lavora con materiali da recupero come la carta o la plastica, si usano stoffe, bottoni, tappi di bottiglia per creare simpatici oggetti e si studiano gli animali nel loro habitat. Insomma, non si fa altro che assecondare un istinto insito in ogni essere vivente, la ricerca di un contatto con la natura e questo è un modo per entrare subito in armonia con l’ambiente. Si coltivavano tanti prodotti nell’orto che poi vengono mangiati dai bambini stessi. Frequentare la scuola sarà come andare sempre al parco, quindi quale scelta migliore per i propri figli. La Coldiretti, in molti casi, partecipa attivamente alla realizzazione di questi progetti. A Roma ce ne è già qualcuno:

Il GirotondoMagnoliaMeravigliamoci 

“Quando si chiede alle persone fortemente stressate di immaginare una

scena rilassante, nessuno immagina una autostrada o centro
commerciale. Piuttosto, emergono sempre immagini del deserto, delle
foreste, dei paesaggi marini e dei cieli stellati.”
Theodore Roszak

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24237 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014