torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Tor Sapienza, i residenti a Tronca: è una Malagrotta sociale

Primo approfondimento di Radiocolonna sul dossier inviato a Tronca e Gabrielli

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 30/11/2015 ore 14:40
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:05)

Sessanta pagine inviate tramite PEC al Commissario Tronca e al prefetto Gabrielli dove sono elencate tutte le criticità di Tor Sapienza.

E’ stata questa la mossa scelta dal Comitato di Quartiere Tor Sapienza e Morandi/Cremona per denunciare il degrado e lo stato d’abbandono dell’area compresa tra Via Collatina, Via Prenestina e Via Longoni. A un anno dallo scontro sociale sorto attorno al centro immigrati di viale Morandi, le promesse della politica si sono dissolte di fronte alla realtà, con la periferia est di Roma ancora ostaggio di degrado e criminalità. I comitati diretti da Roberto Torre e Marcello Santarelli sono partiti dalle promesse – disattese – di Ignazio Marino all’indomani del punto di tensione massima raggiunto tra residenti, centro immigrati e istituzioni. Era il 18 novembre 2014, un verbale di Roma Capitale segnava in calce i provvedimenti che il comune avrebbe preso per ridare dignità al quartiere: stop a baraccopoli e prostituzione, sistemazione del Parco di Tor Sapienza e riqualificazione generale degli stabili ATER di via Morandi e Via Cremona. “Di questi obiettivi ambiziosi, a parte una potata agli alberi e qualche LED, ad oggi nulla è stato compiuto” fanno sapere dal comitato. Tra le altre questioni ancora aperte c’è quella del complesso scolastico in disuso Elio Vittorini, negli anni vittima di diverse occupazioni abusive. C’è stato l’impegno di assegnare la struttura all’Arma dei Carabinieri che però – visto il mancato stanziamento di alcuni milioni di euro – è rimasto lettera morta. Ma il vero casus belli resta il Campo Rom di Via Salviati, secondo i comitati “l’unica, vera industria di rifiuti e metalli aperta 365 giorni all’anno”. Un luogo da cui provengono roghi tossici in cui il traffico di rifuti e il riciclo abusivo di metalli è divenuta – con tempo – una delle principali attività dei suoi ‘residenti’.

Questi sono solo alcuni dei problemi che affliggono l’estrema periferia est di Roma, quella Tor Sapienza finita sulle prime pagine di tutti i quotidiani e oggi ignorata da media nazionali e istituzioni cittadine. Un quartiere che Radiocolonna ha deciso di raccontare con approfondimenti e indagini sui – tanti – problemi di un territorio abbandonato. (gds)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23758 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014