torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Bergoglio:”Io ringrazio Dio che non ci sia più Lucrezia Borgia”

Il Papa si esprime su Vatileaks2 al ritorno dall'Africa

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/12/2015 ore 10:44
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:05)

Il dissesto del Vaticano. Intrusione informatica, estorsione, induzione alla concussione sono alcune delle accuse rivolte agli indagati dell’inchiesta Vatileaks2. Fra questi  Francesca Chaouqui, la Lucrezia Borgia de’ noantri, anzi di Cosenza. Così l’ha definita Papa Bergoglio al ritorno dal suo viaggio in Africa, quando, rispondendo alle domande dei giornalisti, come riporta il quotidiano Il Tempo, ha affermato “Io ringrazio Dio che non ci sia più Lucrezia Borgia! Ma dobbiamo continuare con i cardinali e la commissione, l’opera di pulizia”.

Ai tempi di Lucrezia Borgia, siamo nel XV sec., l’Italia non brillava certo per rigore morale. Si arrivava al potere grazie a gesti corruttivi e violenti ed ogni ascesa era contornata da oscure vicende. Nascevano molti figli illegittimi, per lo più figli di preti, e le donne erano spesso merce di scambio. A quanto pare sono passati secoli, ma non è cambiato molto. Lucrezia, figlia di Papa Alessandro VI, sposa a tredici anni, si dice sia stata pure amante dello stesso padre e del fratello. Oggi sarebbe una vittima e non un esempio di sregolatezza, la Chaouqui invece, è vittima di se stessa.

C.T.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23760 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014