torna su
23/09/2020
23/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Elezioni,Costantini:rilanciare il Centro coinvolgendo chi ci vive

Il presidente di Uniti X il Centro Storico punta a iniziative coi privati

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 23/03/2016 ore 10:44
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:19)

Radiocolonna, voce del centro di Roma, non può esimersi dal raccontare chi, come Matteo Costantini, presidente della lista civica ‘’Uniti per il Centro di Roma’’, ha un impegno dichiarato di ascoltare i cittadini e le tante iniziative per il ‘’cuore’’ della Capitale.

 

Trasformazione dei Municipi in Comuni Urbani, bilanci partecipati e partnership virtuosa con privati e associazioni del territorio,  sono i  punti fondamentali del programma che punta ad affermare una  gestione dei Municipi in ravvicinata collaborazione con la cittadinanza.  A partire proprio dal Centro Storico,  che  comprende,  come prevede il piano Regolatore, l’attuale Municipio VII (San Giovanni).

 

 “Nei prossimi consigli – spiega Costantini – è importante che i comitati di cittadini siano partecipi alla gestione del bilancio e del decoro urbano che devono poter contare su risorse lasciate ai Municipi.’’ Costantini si riferisce ai 60/70 milioni di euro della tassa di soggiorno incassati dal Campidoglio, che per l’85%  proviene  dal Centro, grazie alla concentrazione di strutture alberghiere.  “Almeno un 20% – precisa – è necessario che venga lasciato al Municipio I,  tenuto conto che un buon mantenimento del decoro delle strade e delle pavimentazioni storiche ha un costo notevole”.

 

Secondo il Presidente della Lista ‘’Uniti per il Centro Storico’’ anche il rapporto con i commercianti va regolato meglio.  ‘’La lotta senza quartiere ai ‘tavoli selvaggi’ – afferma – è stata poco razionale ed eccessivamente punitiva. Ha fatto perdere complessivamente – rileva –  circa 4 milioni circa di euro senza risolvere il problema della proliferazione dei minimarket e della somministrazione selvaggia”. ‘’Quei minimarket orientali  –  aggiunge  – continuano impunemente a violare norme, mentre esercizi storici del Municipio I subiscono un trattamento duro e  al limite del persecutorio.’Ma il perno del progetto di Costantini è  l’autodeterminazione del territorio attraverso una gestione ottimale del Municipio in tandem con imprenditori volenterosi, associazioni di cittadini e volontari, coordinati con le strutture del Campidoglio. L’ ’’Unità Organizzativa Decoro Urbano’’ è una delle iniziative mirate.  ‘’Si occuperà – rileva – delle piccole questioni quotidiane (fioriere rotte, cestini divelti) con la possibilità di indire piccoli bandi .’’  Infine, secondo Costantini,  è opportuno rivedere il contratto di servizio di AMA, eliminare il porta a porta e immaginare “casette” per i rifiuti sul modello francese. (gds)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23717 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014