torna su
27/10/2020
27/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Cutini: A Roma troppi poveri, da giunta Raggi no miracoli

Parla l'ex assessore del primo Marino, “serve programmare, no emergenza”

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 7/07/2016 ore 19:21
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:28)

“A Roma siamo in una situazione bloccata, serve davvero un progetto di lungo periodo per rilanciare i servizi sociali, e non aspettiamoci dalla giunta Raggi miracoli in pochi giorni”, Rita Cutini è stato assessore ai servizi sociali durante la prima giunta Marino. Vicina alla Comunità di Sant’Egidio, è stata un osso duro per gli esponenti di Mafia Capitale, mettendosi di mezzo al malaffare della cricca. Poi, i dissidi con Marino che l’allontanarono dal Campioglio.

 

Roma è una città che anche dal punto di vista sociale va ricostruita. I bambini in povertà sono non meno di 30 mila, i senza tetto sono non meno di 7 mila gli anziani che vivono da soli a rischio esclusione sociale. E il comune, in difficoltà economica, ha tagliato l’assistenza domiciliare. Basta dire che negli ultimi cinque anni, oltre 700 anziani hanno perso questo servizio e otto centri diurni sono stati chiusi.

 

“A Laura Baldassarre”, neo assessore ai servizi sociali, “faccio i miei migliori auguri e penso che abbia tutte le carte per aiutare questa città  – continua Cutini – Se però si vuole fare bene bisogna uscire dall’emergenza, fare una programmazione sul piano amministrativo, perché Mafia Capitale è potuta nascere proprio perché si è andati avanti troppo tempo con le logiche emergenziali”.

 

Cutini parla di una città che “soffre, dove sono aumentate non solo la povertà e l’emarginazione ma anche l’indifferenza. Eppure le risorse per rinascere ci sono”. Infatti in città ci sono un migliaio circa di associazioni di volontariato, c’è la rete delle parrocchie e delle Caritas che soprattutto nelle periferie svolgono una funzione di welfare parallelo.

 

Una delle sfide possibili, per Cutini, è il superamento dei campi rom, aspetto che è presente anche nel programma dei Cinque Stelle in Campidoglio. “Le soluzioni ci sono (Sant’Egidio ha proposto l’assegnazione di case popolari per i nomadi italiani, ndr) – conclude Cutini – Ma anche qui se non si fa una seria programmazione non si farà molta strada”. (Alg)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23981 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014