torna su
23/09/2019
23/09/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Giunta Raggi: chi è nella stanza dei bottoni

Il timone dei conti all’ex esperto di Tronca

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 7/07/2016 ore 14:39
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:28)

Le sorprese che si annunciavano nella Giunta Raggi sono arrivate, come previsto. A poche ore dall’insediamento della nuova Assemblea Capitolina, la squadra della sindaca ha assunto la sua fisionomia definitiva. Ma chi c’è nella stanza dei bottoni dell’economia romana? Con chi avranno a che fare commercianti e imprese?
Il timone dei conti sarà in mano a Marcello Minenna, l’ex dirigente Consob nominato assessore al Bilancio. Corteggiato dai 5 Stelle e voluto dal prefetto di Roma Tronca nella commissione incaricata di analizzare i conti disastrati della Capitale, Minenna è stato soprannominato l’anti-Vegas per eccellenza visto che quando era dirigente in Consob (dove fino al 2012 ha guidato l’ufficio per le analisi quantitative) ha denunciato più volte (dal caso Unipol a Etruria) alle autorità giudiziarie i comportamenti della Authority da lui ritenuti anomali o a favore dei vigilati.

Barese, 45 anni, studioso dell’applicazione di modelli matematici alla finanza, professore alla Bocconi – dove si è laureato – e alla London Graduate School, Minenna è esperto internazionale di derivati e per la Cgil, come riporta il portale Social Europe, è advisor per le analisi economiche, e con la casa editrice dell’organizzazione dei lavoratori ha anche pubblicato un libro. Firma interventi sul Wall Street Journal, molto attivo nel dibattito europeo, uno dei suoi libri più celebri si intitola La moneta incompiuta. (Segue) (Giusy Iorlano)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21099 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014