torna su
19/10/2020
19/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Estate, sempre più droga sul litorale di Roma. Torna l'eroina

Mineo del Ceis: consumo cresciuto del 37%. Il Dipartimento è stato depotenziato

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 12/07/2016 ore 12:09
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:29)

Sempre più eroina è tornata a circolare tra i ragazzi romani, ma il discorso vale anche per i cannabinoidi. E’ il quadro preoccupante delineato dalla comunità Ceis don Mario Picchi, da decenni presidio contro le tossicodipendenze sul territorio di Roma. La cultura dello sballo è in crescendo, e con essa i pericoli per tanti giovani. Basta dire che tra il 2013 e il 2015 il consumo di eroina è cresciuto del 37%.



 

Il direttore del centro Roberto Mineo, delinea un futuro che non lascia certo tranquilli. “Con l’arrivo delle vacanze, nei posti di villeggiatura arrivano anche gli spacciatori, penso al litorale”. E in effetti nel X municipio, Ostia, Acilia e Castel Fusano, i giovani che hanno provato almeno una volta una droga o sono consumatori di hashish sono il 21,7%, contro il 16% del 2013. Ma piazze di spaccio oramai sono diventate anche la zona delle Torri, Centocelle, l’Eur e piazza Bologna.



 

Da circa tre anni stiamo osservando il fenomeno del ritorno dell’eroina, che è la madre di tutte le droghe. I sequestri sono in aumento e i signori della droga stanno attuando una strategia di marketing. Siamo di fronte a una crisi economica che porta con sé anche una crisi di valori. E poi oggi abbiamo tutto il tema delle smart drug, sostanze chimiche in continua ‘evoluzione’, e che le istituzioni fanno fatica a catalogare. Per un giovane basta accedere ad internet e dopo ore ti trovi a casa la sostanza stupefacente portata a casa dal fattorino”.



 

Mineo fa notare che “fino a tre anni fa il dipartimento antidroga della Presidenza del consiglio dei ministri era informato e dava sostegno. Ora invece il servizio è stato depotenziato. Per contro c’è chi in parlamento propone la legalizzazione della Cannabis, una follia pura, visto che la Cannabis attuale è molto più potente di quella degli anni ’80. Il serio rischio per i nostri adolescenti è un aumento dei consumi. Questo avrà costi sociali enormi”. (Alg)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23918 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014