torna su
28/10/2020
28/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

ALTAROMA a festa finita restano i retroscena: spiacevoli

Moda a Roma:aspettative e disincanto degli emergenti

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 16/07/2016 ore 18:24
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:29)

Oggi che i “tappeti” sono stati arrotolati e messi in naftalina, le location svuotate e le modelle sono scese dai trampoli possiamo fare un piccolo gossip sulla manifestazione ALTAROMA appena conclusa.

 

Sicuramente sono stati giorni frenetici e frizzanti per la Città asfissiata com’è dalla beghe politico/gestionali. Però non è scattata (nemmeno stavolta)  la scintilla che 

restituisse la vera anima dell’ haute-couture alla Capitale.

 

Altaroma ormai incede “sul filo del rasoio” e ogni edizione può essere l’ultima. La cronica mancanza di fondi toglie forza e credibilità all’evento. Questo ha prodotto il fuggi fuggi delle grandi maison abituate a confronti fra pari e su passerelle mondiali.

Anche le location da sogno e gli apparati spettacolari passano fra i ricordi. Ma, la kermesse, pur di restare in piedi tira fuori  la pensata: largo ai giovani stilisti, alle scuole, alle accademie ecc.

E qui cambia la musica: perchè ai giovani si chiede un sostanzioso contributo spese per poter sfilare.

Le cifre variano di anno in anno e secondo il numero di adesioni ma sono sempre nell’ordine delle migliaia di euro! In cambio si da ai partecipanti la chance di mettersi in mostra usufruendo dell’organizzazione in generale.

 

L’esordiente che accetta (e che ha fatto fatica a trovare la somma)  si aspetta, ovviamente, un risultato. Quindi un buon parterre con qualche vip ma soprattutto i BUYER. Proprio quello è il tasto doloroso perchè i compratori non sono affatto “garantiti” . Ricevono, si, il loro bell’ invito ma niente di più; nessuno stimolo, nessuna sollecitazione. Ci raccontano di edizioni “poverissime” di buyer italiani (2, 3 al massimo) e completamente sprovviste di stranieri!

Insomma Altaroma sembra sempre  più una vetrina fine a se stessa che non una vera e propria occasione di business. Una bella festa di luci, colori e sogni ma da cui restano lontani gli affari. Autoreferenziale al massimo!  

Alla fine dello show ai giovani stilisti/imprenditori i conti non tornano e scoprono che si devono sobbarcare tutto il peso  per “inventarsi” i futuri canali di vendita. Certo la soddisfazione di vedere il proprio nome sulle pagine di un giornale è già un traguardo (cosa della quale ringraziano) ma loro, presentandosi alla ribalta confidano soprattutto sul peso effettivo dell’organizzazione.  Sulla pianificazione che un struttura ben coordinata come Altaroma dovrebbe avere.

 

Insomma un maggiore ed efficace supporto da parte dei coordinatori/tutor che, si suppone conoscano bene tutti gli intrecci di questo settore. (anna ricca)    

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23994 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014