torna su
24/10/2020
24/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Pullman turistici, è scontro sul nuovo piano

Raggi: agevolare l’ingresso dei torpedoni in centro

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/08/2016 ore 12:39
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:31)

È scontro sul nuovo piano per l’accesso dei bus turistici nel centro storico. Nel testo che illustra le priorità dell’amministrazione capitolina, al punto 3.2.4, pagina 4, si legge: “Saranno definite misure per agevolare l’accesso e ottimizzare il servizio dei Pullman turistici, degli open bus e dei pullman che svolgono servizi di linea con provenienza extra Provincia di Roma e dei servizi privati da e per gli aeroporti, con particolare riferimento all’area interna alla ZTL”. In una città “normale”, questo piano sarebbe comprensibile e condivisibile.

 

Ma a Roma, dove ogni due strade del centro si sente il calore soffocante dei pullman in sosta e si assiste a scene di ordinaria confusione con i torpedoni che bloccano parzialmente le carreggiate già congestionate dal traffico? La protesta è scoppiata, con Sabrina Alfonsi, che guida il I Municipio, che ha dichiarato “Spero che chi ha scritto un testo così superficiale l’abbia fatto senza conoscere a fondo la materia. L’amministrazione pentastellata pare intenzionata ad andare incontro ai torpedoni. Il rischio è di vanificare tutti gli sforzi che abbiamo compiuto finora per limitarne la presenza sia insieme alle amministrazioni che con i cittadini”.

 

L’assessore Meleo si difende, bollando tutto come “un equivoco”: “capisco che il paragrafo sui pullman è male interpretabile, ma agevolare non significa far entrare meglio i pullman, quanto migliorare il loro servizio nelle aree di interscambio periferiche, efficientando poi i trasferimenti in centro con i mezzi pubblici”. Ma è naturale che il centro storico – la zona più colpita dal fenomeno – sia in subbuglio. Nei giorni scorsi, infatti, nonostante i divieti, si sono visti pullman parcheggiare beatamente sotto l’obelisco in piazza del Popolo, zona vietatissima alla sosta e al traffico. Eppure nessuno interviene e sembra quasi che siano i torpedoni a dettare legge.

 

Ogni anno vengono stipulati 1.300 abbonamenti con mezzi turistici che entrano nei varchi ZTL e si accomodano placidamente vicino ai monumenti più importanti. Nella zona di San Pietro, per esempio, si registra una media di 444 ingressi giornalieri, a fronte di una tariffa per le 24 ore di 200 euro. Pochi, pochissimi, per dei mezzi che inquinano particolarmente e che bloccano la circolazione. Si era anche pensato di alzare il ticket fino a 1.000 euro al giorno, ma la caduta della giunta Marino ha bloccato il provvedimento. Stefano Espèosito, allora assessore alla mobilità, aveva anche stabilito di innalzare le sanzioni da 500 a 1.500 euro per i contravventori, impedendo l’accesso indiscriminato al centro storico. Ora che cosa farà l’amministrazione guidata da Virginia Raggi? (Marco Scotti)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23964 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014