torna su
15/12/2019
15/12/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Raggi: chiuderemo il ciclo dei rifiuti, Muraro scomoda?

La sindaca riferisce in aula. Il Pd: portate il dossier in procura

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 10/08/2016 ore 11:26
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:32)

Foto da Lapresse.it

“Noi chiuderemo il ciclo, voi non lo avete fatto per anni, noi lo faremo”. Cosi’ la sindaca di Roma Virginia Raggi nel corso del consiglio comunale straordinario sui rifiuti, richiesto dalle opposizioni. La prima cittadina ha tentato di dare risposte dopo il caos rifiuti delle settimane scorse, cercando di apparire sicura e guardando al futuro, ma mette in guardia: “Il rischio sanitario è dietro l’angolo”.

 

Fatta eccezione per la stagione di Alemanno, ha osservato la sindaca, “il centrosinistra ha governato Roma. E in questi 40 anni la gestione dei rifiuti è stata affidata a Manlio Cerroni, la sua fortuna è tale che Cerroni è stato chiamato l’ottavo Re di Roma”. Raggi ha annunciato che sulla vicenda rifiuti saranno chiesti approfondimenti all’ Anac, l’Autorità Anticorruzione guidata da Raffaele Cantone.

 

La sindaca ha poi difeso a spada tratta l’assessore Muraro, negando ogni sua possibile responsabilità nella gestione delle precedenti amministrazioni. “Muraro è stata consulente di Ama e lo sappiamo tutti. Fino a luglio il suo curriculum sul sito era aggiornato al 2015 e riportava che Muraro era anche consulente – ha detto – Poco prima delle dimissioni di Fortini il curriculum è stato modificato con una versione del 2011 evidentemente non aggiornato: tra il 2011 e il 2012 è stata consulente di Federambiente all’epoca presieduta proprio da Fortini. Non si può eccepire che Muraro non sia competente, forse è diventata troppo scomoda?”. E per quello che faceva non da strapagata: “L’assessora Paola Muraro è stata consulente di Ama” percependo 1,1 milioni lordi in 12 anni, compensi che stanno nei “valori di mercato“. Grazie a lei, anzi. l’Ama “ha risparmiato 900 milioni per il lodo Ama-Colari”.

 

Il Pd è passato subito al contrattacco. La capogruppo Di Biase ha detto: “Non lo deve solo al Pd, lo deve alla città. Vogliamo sapere qual è stato il ruolo dell’assessore Muraro rispetto ad Ama, quali sono stati gli stipendi percepiti, di che natura sono state le consulenze avute da Muraro con altri soggetti privati o pubblici e ci dica cosa contiene questo dossier di cui millantate da giorni: o lo portate in procura o lo portate all’interno di quest’Aula”. Fdi invece ha issato cartelli con scritto: “Muraro maglia d’oro per le consulenze”. (Alg)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21765 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014