torna su
17/11/2019
17/11/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Berdini: stadio? Qui c’è da ricostruire la città

L’assessore annuncia: chiederò 4,5 miliardi di euro allo stato

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 27/09/2016 ore 11:30
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:37)

“Ho fatto fare dagli uffici del Comune un elenco dei provvedimenti urbanistici rimasti fermi, dai piani di zona a quelli dei privati. Sono 200 le convenzioni dimenticate in un cassetto: perché gli operatori sono scapati. Si tratta di 200 occasioni buttate. Perché? Perché dovevamo lavorare sullo stadio della Roma. Le risorse umane dell’assessorato sono state tutte spostate su un solo progetto, una cosa di assoluta trascuratezza rispetto al destino della città. Ma noi dobbiamo rimettere in piedi questi progetti. Lavoreremo per quadranti”. Un annuncio, quello dell’assessore all’Urbanistica Paolo Berdini, che fissa i piani programmatici della Giunta e certifica almeno tre realtà.

 

La prima: che per Berdini lo stadio della Roma – e non è una novità – non è certo una priorità nonostante gli incontri avvenuti tra Pallotta e la Raggi. Solo che gli accordi sono già stati firmati, il presidente americano cerca nuovi soci ma è pronto a ricorrere al Tar se dovesse slittare o peggio ancora essere accantonato il progetto dello stadio. Dunque che fare? Ed è qui che Berdini espone la sua seconda verità: chiedere al governo i 4,5 miliardi promessi per la candidatura ai Giochi Olimpici (e che non dovrebbero quindi essere assegnati) per realizzare opere infrastrutturali importanti e censire gli edifici pubblici che oggi sono a rischio crolli. L’assessore è convinto di riuscire a ottenere i fondi perché “di certo non possono abbandonarci con 13,5 miliardi di debiti”.

 

Il terzo paletto è che Berdini, nonostante le difficoltà oggettive della giunta di cui fa parte, è convinto che la Raggi siederà in Campidoglio fino a fine mandato (2021) e anche oltre, tanto da proporre come data di sblocco del finanziamento da 4,5 miliardi il 2020, in occasione del centocinquantenario dell’Unità d’Italia. Se si tratti di una semplice “sparata” o di un progetto con solide fondamenta, è presto per dirlo. È vero, però, che Roma attualmente è paralizzata e che il reperimento dei fondi necessari per risolvere situazioni ordinarie e straordinarie – si veda la collocazione degli sfollati dopo il crollo della palazzina a Ponte Milvio – è sempre più difficoltoso.

 

“La sindaca – ha proseguito Berdini durante un incontro con i costruttori – ha trovato una città inquinata, in pieno degrado morale e civile. Una capitale in cui sono stati arrestati consiglieri e il presidente dell’Assemblea capitolina. Viviamo nell’anarchia, serve un nuovo inizio. L’amministrazione pubblica va ricostruita. Noi per ripartire porteremo in aula 600 deliberazioni fuori bilancio, 120 milioni di appalti”. Uno dei “pallini” dell’assessore è quello di ricucire una città spaccata in due, tra “un centro troppo bello e periferie troppo brutte. Penso alle 5 tramvie che vogliamo realizzare. Penso a Tor Vergata e alle Vele. Siamo in una città con 200.000 studenti: non hanno luoghi adatti. Nello scheletro dell’opera di Calatrava ci avrebbero fatto lo stadio del volley. Ma ci faremo un’enorme serra. Serve una città che guardi al futuro”.

 

Il problema però rimane una gigantesca dicotomia tra le intenzioni – ottime – della Giunta e le reali possibilità di completamento. Un esempio su tutti: Milano si è issata al 14esimo posto nella classifica delle mete più visitate al mondo (superata perfino Roma che è ferma al sedicesimo); Torino ha realizzato già 209 delibere, di diverso tipo e tenore. La Capitale invece è ferma: la giunta Raggi ha concluso solo 39 atti ufficiali, ma di questi 23 sono stati fatti per le nomine. E continua a mancare un assessore al bilancio. Un problema non di poco conto: senza un uomo che conosca a fondo la situazione economica della città, come si fa a pianificare il futuro? (Marco Scotti)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21550 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014