torna su
21/10/2020
21/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma, non avremo più gli ambulanti? A rischio anche p.zza Navona

Parla Mangione di Confesercenti: scadono 15 mila rinnovi, il Comune indietro

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 30/09/2016 ore 5:00
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:37)

Su Roma rischiamo la Caporetto del commercio ambulante. Per Valerio Mangione, responsabile degli ambulanti per la Confesercenti di Roma, “su Roma scadono 15 mila rinnovi (l’8 maggio, ndr), e i tempi per i rinnovi stringono maledettamente. Abbiamo fiducia, ma le premesse non sono il massimo. Ancora tutte le procedure sono cartacee, non c’è traccia di informatizzazione. C’e gente che aspetta anche un anno prima di avere una licenza e nel frattempo non può partecipare ad altri bandi. E poi abbiamo troppe competenze disseminate tra dipartimento e municipi”. Ora, il prossimo passo sarà piazza Navona. Si farà la solita fiera natalizia? Difficile.

 

 

Ma comunque, se questi rinnovi non arriveranno siamo di fronte a “una potenziale bomba sociale – dice l’esponente di Confesercenti – I cittadini rischiano di non avere più il loro rivenditore di fiducia. Noi siamo disposti a collaborare, chiedendo l’applicazione dell’intesa sottoscritta dal livello nazionale nel rispetto della legge di recepimento della direttiva Bolkestein. Infatti abbiamo aperto sportelli dedicati alle  imprese del settore , ma non possiamo fare il lavoro che è di competenza dell’amministrazione comunale”.

 

Le parole di Mangione arrivano a due giorni dalla manifestazione di giovedi anti Bolkestein a piazza della Repubblica. “Una manifestazione che è stata strumentalizzata. La direttiva Bolkestein è stata recepita nel 2010, dunque ci sono stati sette anni per adeguarsi. Chi è che si sveglia ora? Noi abbiamo garantito che si applicassero alcuni criteri base: anzianità di esercizio e professionalità maturata”, dice Mangione.
 

 

Erano circa in tre mila, arrivati da tutta Italia e non è mancata nemmeno la partecipazione di Salvini della Lega e di Di Maio dei Cinque Stelle. Le grandi organizzazioni come Confcommercio, Cna è appunto Confesercenti non hanno aderito, anche se vi sono dei distinguo tra le tre associazioni. (Alg)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23934 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014