torna su
30/10/2020
30/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma, canoni e mutui su impianti sportivi:mancano quasi 9 milioni

La sfida della Commissione Sport e il tandem con Mazzillo: rinegozieremo i mutui

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 17/10/2016 ore 10:57
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:39)

Una ricognizione sui canoni di concessione e sui mutui attivi sugli impianti sportivi del Comune di Roma. “Ieri, durante il cosidetto “weekend conclave”, ne ho parlato anche con Mazzillo: sui mutui lavoreremo insieme” spiega a Radiocolonna il presidente della Commissione Sport del Comune di Roma Angelo Diario, svelando la sinergia con il neo assessore al Bilancio Andrea Mazzillo.

 

E’ partito qualche giorno fa proprio in Commissione Sport la discussione sullo stato economico e contabile dell’impiantistica sportiva romana. Un dibattito che parte dai numeri: i canoni ammontano potenzialmente a 1.179.647,04 euro. Non tutti entrano nelle casse del Comune perché l’identikit del concessionario prevede almeno tre profili. Il primo è quello di coloro che sono in regola con i pagamenti (circa il 65%), il secondo è rappresentato da quelli che hanno concordato un piano di rientro per debiti che vanno da 2 mila a 20 mila euro (il 13%) e infine i debitori gravi, 26 casi che rappresentano il 22% delle concessioni, con insolvenze che arrivano a superare i 500mila euro. Somme mancanti che in totale ammontano a 4.417.632,67 euro.

Capitolo mutui: per realizzare nuovi impianti sportivi sono stati attivati mutui – tutti garantiti dal Comune di Roma – per una cifra pari a quasi 20 milioni di euro. Una situazione aggravata dai mancati pagamenti – “che proseguono tutt’ora, tutti sul groppone della collettività” spiega Angelo Diario – che per ora sono costati a Roma Capitale più di 4 milioni di euro.

 

L’ultima nota dolente riguarda i progetti fermi: 700mila euro bloccati da anni, a volte decenni, per cantieri fermi allo stato di progettazione.

“La Commissione si farà carico della rinegoziazione dei mutui, i cui tassi sono ai limiti dell’usura, dello sblocco dei progetti fermi e di una verifica della redditività degli impianti – spiega Diario – il problema vero è la mancanza di redditività della struttura: soldi dati per progetti non sostenibili”.

La Commissione Sport ha anche iniziato un percorso partecipato per delineare i criteri per la classificazione e l’aggiudicazione di impianti sportivi – comunali e municipali – con privati e associazioni. La mission è quella di ridare lustro ai tanti centri sportivi in città senza gravare sui conti e sui problemi di Roma (Giacomo Di Stefano)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24016 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014