torna su
25/10/2020
25/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma-Viterbo, Minnucci: Conferenza? Spero prossima settimana

Ma i pendolari rilanciano: ancora silenzi, da mercoledì inizieranno esposti

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 18/11/2016 ore 20:10
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:44)

Niente di nuovo sul fronte della Ferrovia Roma Nord. La citazione storpiata del celebre romanzo di Remarque rende l’idea di come – dal punto di vista dei pendolari – l’immobilismo e l’incertezza abbiano preso il sopravvento sulle sorti della Roma-Viterbo. A fine ottobre una triangolazione tra comitato dei pendolari, parlamento e sindaci dei comuni ‘toccati’ dalla linea aveva smosso le acque e aperto prospettive interessanti. Novità che andavano dai contatti con la prefettura di Roma per la sicurezza nei parcheggi delle stazioni a una Conferenza dei Sindaci Cassia/Flaminia/Tiberina – guidata dal sindaco di Fiano Romano Ottorino Ferrilli – che parlasse dei problemi della tratta. Una svolta che avrebbe fatto leva sul rapporto stretto tra Ferrilli e il promotore dell’interrogazione parlamentare, il deputato Emiliano Minnucci, vero trait d’union tra le istanze dei pendolari e le istituzioni.

 

Tuttavia oggi il Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord denuncia l’eccessivo ritardo nella convocazione della conferenza, una dilatazione dei tempi che renderebbe pessimisti sulla sua buona riuscita.

“Nonostante i contatti diretti e il sollecito via PEC non sembra che si vedano i risultati – spiega Fabrizio Bonanni del comitato – abbiamo timore che si attenda, vista la scarsa conoscenza del tema, che prepariamo tutto noi come nel 2014..”.

A stemperare la tensione ci pensa proprio l’onorevole Minnucci. A Radiocolonna, l’ex sindaco di Anguillara Sabazia conferma che si trova in stretto contatto con Ferrilli e che “si aspetta la convocazione della conferenza a stretto giro, forse la prossima settimana”.

 

Ma i pendolari restano guardinghi e aspettano azioni concrete. “Se non vediamo nulla all’orizzonte siamo pronti ad alzare il tiro – conclude Bonanni – da mercoledì partiranno i primi esposti”. (Giacomo Di Stefano)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23968 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014