torna su
21/10/2020
21/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Commissione sport vs ditte. Diario: denuncia a Corte dei Conti

Lavori superficiali e responsabilità sconosciute: sfida al SIMU

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 24/11/2016 ore 19:58
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:45)

Sussulto dell’amministrazione Raggi contro le ditte che hanno realizzato lavori negli impianti pubblici di Roma Capitale. E’ partito in queste ore il lavoro per individuare le responsabilità nella scarsa manutenzione dell’impiantistica sportiva capitolina. Protagonista la Commissione Sport guidata da Angelo Diario che ha deciso di individuare chi ha contribuito, con lavori malfatti, allo stato critico in cui versano molte strutture sportive di proprietà del Comune di Roma.

 

Lo spunto che ha dato il via all’operazione proviene dall’impianto sportivo di atletica e rugby “Antonio Nori”, immerso nel Parco Giovanni Palatucci a due passi da Via Palmiro Togliatti. Qui la pista d’atletica inaugurata dieci anni fa oggi è ricoperta da crepe vistose. La ditta a suo tempo è stata selezionata dal Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana (SIMU) che al momento non sa fornire informazioni utili alla commissione.  “Il Dipartimento non è in grado di dirci chi abbia realizzato veramente i lavori – spiega Diario a Radiocolonna – ho chiesto al capo del SIMU di farci pervenire tutte le informazioni utili”. Il consigliere del M5S ha intenzione di valutare – nei confronti del collaudatore – un’eventuale chiamata in danno per vizi di costruzione.

 

Nonostante creda che più che dolo si tratti effettivamente di carte perse, Diario vuole andare avanti anche per rendere praticabile la pista d’atletica nel più breve tempo possibile. Nel frattempo l’attuale concessionario s’è detto disposto a finanziare i lavori qualora mancassero le risorse comunali. Una risoluzione rapida del problema che non bloccherà la Commissione Sport nella ricerca della ditta fantasma, visto che la ‘caccia grossa’ che non si fermerà di fronte all’impossibilità di trovare il nome della ditta inadempiente. “Comunque vada il Dipartimento ne risponderà ai giudici della Corte dei Conti – conclude Diario – denunciamo tutto”. (Giacomo Di Stefano)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23939 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014