torna su
11/04/2021
11/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Acea sonda mercato per impianti Eur e Saxa Rubra

La multiutility capitolina ha deciso di rivolgersi a terzi o privati per la conduzione e la gestione degli impianti di trigenerazione

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2017-01-8 9/01/2017 ore 9:00
(ultimo aggiornamento il 8 Gennaio 2017 alle ore 20:18)

Acea continua ad affidarsi ai soggetti terzi, spesso privati, per la gestione dei propri impianti romani. Dopo aver messo nelle mani di General Electric l’ammodernamento dell’impianto di teleriscaldamento presso Tor di Valle, la multiutility capitolina ha deciso di rivolgersi nuovamente al mercato per massimizzare l’efficienza di due strutture chiave nell’approvvigionamento energetico di Roma.

Si tratta degli impianti tecnologici di Saxa Rubra, quartiere a nord che ospita tra le altre cose gli studi della Rai e dell’Europarco, il complesso di grattacieli all’Eur, tra i maggiori componenti dello skyline capitolino.

Si tratta di impianti strategici ed essenziali per le zone in questione, visto che funzionamento avviene attraverso la trigenerazione, ovvero la produzione sia di energia elettrica sia di acqua refrigerata, da utilizzare per i condizionatori d’estate. Per aumentare al massimo “l’efficienza” degli impianti, Acea ha deciso di lanciare una gara per affidare a terzi la gestione e la conduzione degli impianti. Il valore dell’appalto, come emerge dai documenti ha un valore massimo di quasi 430 mila euro.

Nel dettaglio il primo lotto, quello riguardante l’Eur, vale quasi 160 mila euro, che però in caso di prolungamento del contratto, sale a 318 mila euro. Quanto al secondo impianto, l’affidamento della gestione vanta importi per 54 mila euro, anche in questo caso da aumentare a 108 mila euro in caso di proroga.

L’operazione messa in campo da Acea arriva in un momento delicato per la società di energia guidata dall’ad Alberto Irace. La multiutility è infatti al centro di aspre critiche da parte delle associazioni dei consumatori che la accusano di voler avviare una progressiva e silenziosa privatizzazione dell’acqua, attraverso le ultime acquisizioni del gruppo.  Da parte sua l’azionista di controllo, ovvero il Campidoglio, ha sempre rassicurato circa il mantenimento dell’azienda in mano pubblica, allontanando dunque lo spettro di una privatizzazione di Acea.

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014