torna su
11/04/2021
11/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Stadio della Roma, via il parco attrezzato in cambio di Torri più basse?

Problemi burocratici e scelte politiche alla Conferenza di Servizi: i ritardi (e le scelte) del Comune

Giacomo Di Stefano
di Giacomo Di Stefano | 2017-01-13 13/01/2017 ore 11:17

Tutto rimandato al 31 gennaio. In queste poche parole è concentrata la sintesi della Conferenza di Servizi di ieri sul nuovo stadio della Roma. La riunione tecnica tra gli enti coinvolti e le parti in causa – come riportato da Il Tempo – ha deciso di anticipare la chiusura dei lavori al 1 febbraio. Un termine che rende infuocate le prossime due settimane, con il Comune che – da parte sua – deve produrre ancora atti importanti sul fronte urbanistico e con tanti altri dettagli da limare. Che se dovessero venir meno, denunciano dalla Regione, potrebbe essere a rischio l’intero iter burocratico.

Al fianco delle questioni tecniche c’è però la sostanza di un progetto che vive fasi concitate, con la partita delle opere pubbliche e le cubature a compensazione che resta apertissima. Ed è proprio questo uno dei temi più caldi sul tavolo delle trattative. L’amministrazione Raggi – nella figura dell’assessore Paolo Berdini – non ama il progetto per il nuovo Stadio della Roma ma sa che contrastarlo con troppo vigore, o farlo saltare, avrebbe un costo alto in termini di consenso. Per questo sembrerebbe che la linea del Comune sia quella si fare lo stadio, sì, ma con meno cemento e meno elementi che possano far supporre un trattamento di favore dell’amministrazione ai privati. Per questo il Comune di Roma sembra disposto a rinunciare a 40 ettari di parco pubblico attrezzato – progettato dalla Kipar, noto studio europeo di architettura paesaggistica – pur di far abbassare le Torri del nuovo stadio. I soldi che il privato risparmierebbe dalla mancata creazione del parco – si parla di 60 milioni circa – potrebbero poi essere investiti sul trasporto pubblico da e verso lo stadio, con un forte potenziamento della Roma-Lido.

Stampa

A proposito dell'autore

Radiocolonna, Il Messaggero, Wired Italia. Tecnologia, politica e cronaca di Roma.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014