torna su
11/04/2021
11/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Terremoto, trovate vive 8 persone a Rigopiano

L’intervento dei Vigili del Fuoco ha avuto esito positivo. Ci sarebbero anche due bambini tra i superstiti. La Cisl Funzione Pubblica: situazione senza precedenti

Avatar
di Redazione | 2017-01-20 20/01/2017 ore 12:14

Sono state trovate vive 8 persone all’Hotel “Rigopiano” a Farindola sul Gran Sasso, spazzato via da una slavina di immense proporzioni. Tra i sopravvissuti ci sono due bambini. Sono state estratte vive finora una donna e la figlia, rimaste 43 ore sotto le macerie. Entrambe sembrerebbero in condizioni discrete e sono state già portate in ospedale con un elicottero. Al momento gli altri superstiti sono ancora sotto le macerie – si trovano sotto ad un solaio – e i vigili del fuoco hanno più volte parlato con loro.

“La prefettura di L’Aquila ha comunicato che squadre di soccorso alpino della Guardia di Finanza intervenute nella frazione di Ortolano, nel comune di Campotosto, hanno recuperato il corpo della persona dispersa sotto una slavina dalla giornata di mercoledì. La prefettura di Teramo ha invece comunicato che sempre squadre del soccorso alpino della Guardia di Finanza intervenute nel comune di Crognaleto hanno recuperato il corpo di uno dei due dispersi che si cercavano nel comune. Proseguono le ricerche per la seconda persona”. Così una nota della Protezione civile.

“Al drammatico sovrapporsi di neve, gelo e terremoto, una situazione senza precedenti nella storia nazionale e che sta mettendo in ginocchio il cuore dell’Italia, c’è ancora qualche campione dell’odio che ha voglia di speculare. Attaccare la Protezione Civile vuol dire offendere il lavoro delle donne e degli uomini che stanno operando in condizioni quasi proibitive”. Lo affermano in una nota Pompeo Mannone, Segretario generale della Federazione Nazionale della Sicurezza, e Maurizio Petriccioli, Commissario Cisl Funzione Pubblica.

“Ringraziamo l’operato dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate, dei volontari di protezione civile, delle forze dell’ordine, della Croce Rossa e degli operatori del sistema sanitario che si stanno spendendo in queste ore, prestando il proprio soccorso a chi è in difficoltà – hanno aggiunto -. Il sistema di protezione civile, finita la fase di soccorso, necessita comunque di una revisione per renderlo ancora più efficace a partire dalla scelta inadeguata fatta in passato con la quale la materia della protezione civile è tra quelle a legislazione concorrente tra Regioni e Stato. Tutto si può migliorare, la prevenzione, la previsione e la ricostruzione ma sul soccorso tutti coloro che hanno partecipato lo hanno fatto e lo stanno facendo al limite delle loro possibilità ed i soccorritori italiani sono invidiati nel mondo”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25264 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014