torna su
12/07/2020
12/07/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma-Lido, continua evasione record

Il responsabile di Roma metropolitane spiega come l’incidenza dell’evasione sia la più alta dell’intera linea Atac nelle stazioni di Ostia Antica, Acilia Sud e Tor di Valle

Avatar
di Redazione | 2017-01-25 25/01/2017 ore 11:02

“Sono le tre stazioni” Ostia antica, Acilia Sud e Tor di Valle “che creano più difficoltà ad Atac” in termini di evasione. “Stiamo lavorando a 360 gradi sul contrasto all’evasione con 160 persone dedicate alle sanzioni, le quali sono notevolmente aumentate dal 2015 al 2016: sono passate da 99 mila a 126 mila. C’è però un problema dal punto di vista dell’incasso della sanzione che se non viene incassata entro i termini, oltre i 60 giorni non diventa nemmeno cartella esattoriale. Quelle riscosse sono state 15 mila, sulle 99mila del 2015, e 25 mila sulle 126mila del 2016”. Lo ha spiegato il responsabile del settore metropolitane di Atac, Alberto Giraudi, intervenendo nel corso della commissione capitolina mobilità sullo stato della Roma Lido.

“Nel 2016  – ha aggiunto Giraudi – fino a luglio abbiamo avuto un ordine di percentuale di corse effettuate su quelle programmate pari all’89%. Trend migliorato nel periodo autunno-inverno in cui abbiamo effettuato il 95% delle corse programmate. Risultato ottenuto grazie alla riorganizzazione del personale e alla manutenzione dei treni ma pur avendo solo un 5% di corse che manca, purtroppo pesa moltissimo perché queste corse le perdiamo nelle ore di punta”.

“È diminuita anche la soppressione delle corse del 50%, dal 2015 al 2016 perché l’azienda sta effettuando attività di inserimento di nuovi macchinisti che non riguarda solo la Roma-Lido. Sulla disponibilità dei macchinisti si pensava di portare un treno in più sugli orari di punta”, ha continuato.

“Stiamo parlando – ha concluso Giraudi – con la Regione perché comunque c’è l’esigenza di treni nuovi. Senza è facile dire che il servizio Atac non è performante. Sugli Ma 100, che hanno 40 anni e sui fiat 500, che hanno 29 anni, non stiamo facendo molto perché stanno tenendo duro ma è evidente che servono treni nuovi”.

“A livello di treni stiamo portando avanti l’attività di recupero dell’affidabilità dei treni. Abbiamo 8 treni Caf che sono i più affidabili ma hanno un problema con i riduttori. Oltre a un intervento congiunto con Caf per farci garantire l’affidabilità dei treni, abbiamo chiamato il progettista e il costruttore per i treni Ma 100 per far individuare interventi di modifica ingegneristica al fine di far recuperare anche a queste macchine affidabilità. L’idea è di avere 7 treni disponibili su 8, mentre oggi degli 8 sono disponibili soltanto 4 sulla base dell’affidabilità” e la capacità di percorrenza generale dei treni sulla Roma-Lido “è aumentata del 25% ma non è sufficiente per disponibili si intendono quelli che siano in grado di terminare una corsa da capolinea a capolinea e non al 25%”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23230 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014