torna su
06/05/2021
06/05/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Ztl, in 30mila con il pass disabili truffano il Comune

I “furbetti” hanno utilizzato pass per disabili per attraversare indisturbati le zone a traffico limitato. Ma ora rischiano la denuncia

Avatar
di Redazione | 2017-04-7 7/04/2017 ore 12:03

Ilario Filippone per Il Messaggero Roma

 

Con il pass per disabili entrano ed escono dalle vie del centro storico presidiate dalla Ztl senza pagare dazio, ma nell’auto non c’è traccia dell’invalido che dovrebbero accompagnare. Benvenuti nella giungla dei permessi per i portatori di handicap utilizzati, spesso, esclusivamente per beffare le telecamere: ogni mese, a Roma, si registrano la bellezza di 30mila ingressi «irregolari» nelle zone a traffico limitato, donne e uomini alla guida filmati mentre s’infilano nei varchi senza trasportare il disabile a cui il permesso è stato concesso. È quanto emerge dagli ultimi accertamenti della polizia municipale. Un esercito di furbetti su cui ora indagano i caschi bianchi di via della Consolazione coordinati dal vicecomandante Antonio Di Maggio.

 

I quali stanno passando al setaccio le immagini degli ingressi sospetti immortalati dagli occhi elettronici del Comune: si tratta nella maggior parte dei casi di due o più auto che risultano contemporaneamente all’interno della Ztl, pur avendo il permesso per lo stesso invalido. «Spesso – spiega Di Maggio – due targhe abbinate a una persona disabile sono passate contemporaneamente. Dove era seduto il portatore di handicap?». L’assessore ai Trasporti, Linda Meleo, conferma la cattiva abitudine al limite della denuncia per truffa: «Queste cifre degli accessi alla Ztl del centro con il permesso per disabili, senza che questi siano a bordo, fotografano una situazione inaccettabile».

 

Nella lente degli agenti c’è anche chi ha parcheggiato negli spazi riservati agli invalidi. Per beneficiare del pass, il richiedente deve documentare le patologie, con tanto di certificazione medica. Il portatore di handicap può estendere il permesso a tre auto, presentando apposita richiesta al comune di residenza. Le targhe, oramai da tempo, possono anche essere modificate on line. Stando ai dati fomiti dagli investigatori dei vigili urbani, il Campidoglio ha concesso 68.151 contrassegni, ma le targhe autorizzate sono molte di più, 164.264. Questi, però, sono i dati relativi al solo Comune di Roma.

 

Poi , ci sono i permessi rilasciati agli invalidi di altri comuni, dove i richiedenti sono in tutto 10.539, per un totale di 23.804 targhe che beneficiano del lasciapassare. «Abbiamo documentato – ribadisce il vicecomandante Di Maggio – circa 30mila ingressi irregolari al mese. Convocheremo nei nostri uffici gli intestatari delle vetture per avere dei chiarimenti, per i furbi scatteranno multe salate. La verifica ha come obiettivo la tutela dei diversamente abili». Qualche volta, l’abusivo è stato filmato mentre faceva compere in centro, ma si contano altri casi. C’è anche chi ha continuato a infilarsi nei varchi, nonostante il titolare del pass si trovasse ricoverato in ospedale.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25470 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014