torna su
16/06/2019
16/06/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Fiera di Roma, parte il rimborso dei debiti

L’annuncio dei legali della controllante Investimenti. L’assessore Meloni: Colomban? Non ha ancora deciso. Il nodo Unicredit

Gianluca Zapponini
di Gianluca Zapponini | 2017-04-11 11/04/2017 ore 14:46

Fiera di Roma vede la salvezza, anche se non manca qualche incognita. Questa mattina, nel presentare lo start up week end, che culminerà con la rassegna di maggio Blast, i vertici di Fiera e della controllante Investimenti, ovvero l’amministratore unico Pietro Piccinetti, e il presidente Luca Voglino, hanno voluto rassicurare sulla tenuta del sistema Fiera, dopo che l’assessore alle Partecipate Massimo Colomban ha ufficializzato l’intenzione del Campidoglio (socio al 21%) di uscire dall’azionariato. La questione di fondo è capire se e come Fiera di Roma potrà andare avanti, senza il sostegno dell’azionista Comune.

Il primo punto a vantaggio di Fiera è l’ok lo scorso 15 marzo al concordato preventivo con i creditori, soprattutto coi fornitori. L’accordo “è stato approvato dall’82% dei creditori”, ha spiegato il legale di Investimenti, Gianluca Brancadoro. Non solo. A breve partiranno anche i primi rimborsi dei prestiti, 11 milioni entro l’anno.

“Entro fine 2017 Fiera di Roma pagherà 11,5 milioni di debiti. La cifra citata comprende il 25% dei crediti che i fornitori hanno nei confronti della Fiera, più il 100% dei crediti di dipendenti, previdenza e fisco”, ha spiegato Brancadoro aggiungendo che attualmente l’amministrazione della Fiera “gode del consenso dei suoi azionisti, in particolar modo grazie al suo piano di rilancio molto concreto”.

Per i prossimi passi, “ora aspettiamo la sentenza definitiva di omologa da parte del Tribunale che dovrebbe arrivare entro il prossimo mese di luglio, ma si può dire che da adesso e’ tutto in discesa”. Attenzione però, perchè dal computo dei debiti è esclusa, almeno per il momento, la maxiesposizione (oltre 150 milioni) verso Unicredit della controllante Investimenti. Ma intanto è un primo passo.

L’altra buona notizia è che nonostante la posizione piuttosto netta di Colomban e l’ormai certo sfilamento del Comune dall’aumento di capitale, i giochi non sono ancora fatti. Almeno secondo l’assessore allo Sviluppo Adriano Meloni, sponsor di Fiera dentro l’amministrazione di Virginia Raggi. “Se sono d’accordo a uscire da Investimenti? Queste sono valutazioni che sta facendo l’assessore Colomban, e non sono ancora state definite del tutto. Noi con Fiera di Roma stiamo lavorando molto bene e infatti sono qui proprio per questo, perché bisogna stimolare il congressuale e il fieristico. Quindi noi siamo molto contenti perché porta un indotto importante, e al di là di quella che diventerà la compaginazione di Fiera e Investimenti, noi ci siamo e faremo di tutto per farla funzionare”.

Anche Voglino, numero uno di Investimenti, ostenta sicurezza. Rispondendo a una domanda di Radiocolonna.it, Voglino ha chiarito che “il Comune di Roma per quel che mi risulta non sta uscendo da Fiera di Roma. Il Comune è stato un pò distante. Semmai ha constatato che l’azienda Fiera di Roma aveva perso in passato anche cifre abbastanza rilevanti e non è che ha detto una bugia è un dato storico, tra l’altro abbiamo dovuto affrontare un processo di ristrutturazione e risanamento per il quale ringrazio Piccinetti. Ma il processo di ristrutturazione e risanamento della società è ormai certificato. Il Comune di Roma non sta uscendo per quello che mi risulta”.

Stampa

A proposito dell'autore

Giornalista professionista, mi occupo dei principali temi economico-finanziari. Comincio nel 2010 a MF-Milano Finanza per poi passare nel 2014 all'agenzia di stampa finanziaria MF-DowJones. Nel 2015 sono a Formiche.net dove mi occupo di banche e politica economica mentre nel 2016 approdo a Radiocolonna.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014