torna su
21/11/2019
21/11/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Dalla Peste di Camus al Topo di Roma della Lorenzin

La ministra della salute si cimenta in una storytelling metafora della cattiva gestione della Raggi e del M5S

Claudio Sonzogno
di Claudio Sonzogno | 2017-04-14 14/04/2017 ore 14:37

“La peste” di Albert Camus è famosa per l’ angosciante descrizione dell’ invasiva moria di topi che anticipò la diffusione della peste bubbonica di una città algeriana, dove è ambientato il romanzo. Il degrado di Roma passerà alla storia per la lettera sul Topo della Ministra della Salute, Beatrice Lorenzin.

 

Il capolavoro dello scrittore francese fu subito considerato una metafora del male in generale e del nazismo nello specifico ( il libro fu scritto nel 1947, due anni dopo la fine della guerra ndr ).

Ora la lettera aperta di una Ministra della Repubblica alla Sindaca della “sua” Capitale, pubblicata dal quotidiano “Il Messaggero”, non è certo stata spedita per raccontare un “caso” spiacevole di cronaca cittadina, quanto per enfatizzare, attraverso un argomento di appeal popolare, la mala gestione di un partito antagonista, come i Cinque Stelle.

 

Se l’emergenza sanitaria nella Capitale, denunciata dalla titolare del dicastero della salute, è diventata così grave, perché dall’alto della sua autorità non è intervenuta da tempo, richiamando le istituzioni territoriali ad intervenire, magari di concerto con lo Stato centrale?

 

Invece, rifacendosi al suo debutto, come collaboratrice de “Il Giornale di Ostia”, la Ministra Lorenzin, soprannominata la “Meg Ryan di Roma, per la somiglianza con l’attrice statunitense, si cimenta in una “storytellig” sul Topo cattivo di Villa Gordiani che ha morso un bambino.

 

Così, di questo passo… con la Ministra che ai provvedimenti preferisce i racconti , la sindaca che non se ne interessa – come denuncia la “scrittrice”- , una Regione che non c’è… a Roma si prospetta un futuro di Capitale di topi, gabbiani, zanzare, pidocchi e blatte… per la felicità della protezione animali e la fantasia di nuovi letterati.

Stampa

A proposito dell'autore

Claudio Sonzogno
131 articoli

Giornalista professionista dal 1969, ha diretto agenzie di stampa nazionali dal 1972 al 2011. Da Direttore dell'Agenzia finanziaria Radiocor e dell'Agenzia Giornali Associati, AGA, a Direttore dell'Asca, la prima agenzia italiana su Internet. Dal 2009 al 2011 Direttore dell'Agenzia APCOM/TMnews, oggi Askanews, innovativa nelle videonews. Ha collaborato con L'Espresso. Opinionista per i Gr della Rai, ha partecipato a programmi di economia. Scrive per "Prima Comunicazione".

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014