torna su
10/05/2021
10/05/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma, strage senza fine sulle strade

La più pericolosa è la Colombo, ma in tre mesi ci sono già stati 33 morti. Una media di 82 incidenti al giorno

Avatar
di Redazione | 2017-04-24 24/04/2017 ore 12:56

Flaminia Savelli per La Repubblica Roma

 

È una strage che non conosce tregua quella sulle strade di Roma. L’ultima vittima è di ieri pomeriggio nella centralissima via delle Fornaci dove una donna di origini russe, Phystina Nadezhda di 60 anni, è stata travolta da una macchina. Trasportata in codice rosso all’ospedale San Camillo è ora ricoverata in prognosi riservata. Ma si tratta dell’ultimo di una lunga lista: nel primo trimestre del 2017 sono stati 7443 gli incidenti. Con una media di 82 al giorno.

 

Maglia nera della strada più pericoloso è ancora una volta della via Cristoforo Colombo. Un bollettino di guerra, se si tiene conto che i feriti sono stati 2.952 e 33 i decessi. Tre solo nell’ultima settimana in cui tre motociclisti, in diverse zone, sono motori sul colpo a causa di uno scontro. Giovedì pomeriggio, a perdere la vita mentre sulla sua Ducati in via Nomentana, è stato Francesco Di Terlizi classe 1998. Il ragazzo è stato investito da una Fiat Panda che aveva improvvisamente svoltato. La caduta è stata fatale: trasportato all’Umberto I in codice rosso è morto prima di entrare in sala operatoria.

 

Secondo i dati raccolti dalla polizia Locale, il primato della strada più pericolosa è della Colombo. Che è quella con il più alto numero di incidenti: 166 in tre mesi. La strada che collega il litorale romano al centro è tra le più pericolose dal 2011, quando gli incidenti rilevati dall’allora Ufficio coordinamento politiche per la sicurezza stradale erano saliti a 249. Un record rimasto imbattuto ma gli ultimi dati confermano che sono addirittura in aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando il numero si è fermato a 127.

 

Seguono nella classifica, la via Casilina con 137, la via Prenestina con 134 e la via Tiburtina con 125. Anche in questo caso il dato conferma il trend negativo degli ultimi due anni. E sono aumentati anche rispetto al 2016 quando gli interventi della polizia locale sono stati rispettivamente 109, 90 e 75: «Le strade della città sono sempre più pericolose perché c’è sempre meno manutenzione. Da qui le voragini e le buche che causano molti degli incidenti che si sono verificati negli ultimi mesi», spiega Stefano Giannini segretario Sulpl: «I fondi sono esigui ma una soluzione più volte suggerita anche all’amministrazione sarebbe quella di attingere dagli incassi delle multe. Nel bilancio comunale – prosegue Giannini – potrebbero prendere in considerazione questa ipotesi. Con una migliore tenuta stradale gli incidenti calerebbero subito». Infine, in coda alla triste classifica delle strade più pericolose gli agenti segnalano la via Palmiro Togliatti con 71 incidenti rilevati, la via Appia con 68 e la via Flaminia con 66.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25490 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014