torna su
14/10/2019
14/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Crisi a Roma, il 50% delle famiglie ha un solo reddito

Ricerca delle Acli: addirittura il 9% dei nuclei non ha sostentamento economico, chi ha più figli ha difficoltà ad arrivare a fine mese

Avatar
di Alg | 2017-07-6 6/07/2017 ore 11:00

A  Roma la crisi economica non sembra esser mai andata via, e sempre più persone rischiano di cadere il povertà. Il 49% delle famiglie romane dichiara di avere un solo reddito, mentre il 9% ammette di non avere alcun sostentamento economico.

Manca il lavoro. Delle famiglie che versano in condizione di specifiche criticità, il 22% ha dichiarato di trovarsi in una situazione di criticità ed emergenza a causa della disoccupazione. Questo quadro è tracciato da ricerca per il progetto “Farete FAmiglia” testato su 500 famiglie romane e realizzato dalle ACLI di Roma e provincia.

Sempre dal focus delle ACLI di Roma emerge che il 39% delle famiglie in difficoltà  ha un familiare disabile in casa, il 33% è composta da stranieri con difficoltà ad integrarsi, il 6% vive uno stato di assoluta povertà.

I dati macroeconomici danno segnali positivi, ma le famiglie non se ne accorgono. La condizione di fragilità colpisce i nuclei anche con un figlio solo (il 43% delle famiglie mappate), ma all’aumentare del numero di figli aumenta anche la necessità di sostegno e di servizi, sale infatti al 52% il numero di famiglie con 2 figli che hanno usufruito dei servizi del progetto.

Il progetto “FArete FAmiglia ha come obiettivo innescare un circolo virtuoso per dare risposte alle esigenze della famiglia. Le Acli affermano che “questa esperienza ha dato vita a un portale (Faretefamiglia.it) che valorizza le risorse locali e sviluppa sinergie atte a sostenere nuove sfide e nuovi obiettivi. Lo strumento tecnologico è messo a disposizione dell’utente (anziani, portatori di disabilità, giovani, immigrati, famiglia) che abbia la necessità di trovare risposte ai propri bisogni e di qualsiasi soggetto territoriale che desideri offrire il proprio operato per soddisfare i bisogni dei soggetti più fragili e non solo”.

Per la presidente delle Acli Lidia Borzì “se da una parte le famiglie fanno i conti con difficoltà inevitabili come la gestione degli anziani non autosufficienti, componenti con disabilità o perdita di lavoro, dall’altra devono far fronte anche alle tante criticità “indotte” dalla carenza di organizzazione e strutturazione dei servizi a loro dedicati. Proprio per questo abbiamo voluto promuovere questo progetto basandoci sulla forza della rete, vero e proprio modus operandi delle ACLI di Roma”.

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
838 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014