torna su
24/10/2019
24/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

A Roma la mezza maratona multireligiosa per la pace

Si correrà domenica 17 settembre. Diverse le tappe tra bellezze storiche e artistiche della Capitale, tra cui cinque scelte per sottolineare la partecipazione delle confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa

Avatar
di Redazione | 2017-09-13 13/09/2017 ore 19:06

Si correrà nella Capitale, domenica 17 settembre, “perché da Roma parta un messaggio a tutto il mondo, che porti solidarietà e riesca a superare le divisioni tra popoli e culture”. È questo lo spirito, espresso dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, della Rome Half Marathon Via Pacis: la mezza maratona multireligiosa per promuovere i valori di pace, integrazione, inclusione e solidarietà e presentata questa mattina presso il centro Rai di via Asiago dalla conduttrice tv Lorena Bianchetti.

“I sindaci hanno sempre scarpe da ginnastica perché devono correre da una parte all’altra per sistemare un po’ tutto” ha detto scherzosamente la sindaca Raggi, rispondendo in apertura della conferenza alla Bianchetti che le chiedeva se avesse pronte le scarpe da ginnastica.

La prima edizione della Rome Half Marathon Via Pacis partirà alle 9 da Piazza San Pietro e l’invito a partecipare è rivolto a tutti coloro che correndo diranno no alla violenza, al razzismo e alla discriminazione di ogni genere e provenienza.

Per questo i 21,097 km del percorso, che toccherà i luoghi di culto e di maggiore interesse architettonico e archeologico della Capitale, saranno attraversati da donne, uomini e bambini, ma anche disabili, anziani e rifugiati e all’arrivo al traguardo ciascuno lascerà un messaggio di pace presso le colonne trasparenti che saranno allestite in piazza San Pietro per simboleggiare le colonne della pace: le testimonianze e i messaggi saranno poi pubblicati nel libro Via Pacis.

“Questo è un evento che abbiamo fortemente voluto – ha aggiunto Raggi – anche perché i partner di questa iniziativa, il Vaticano e la Fidal, hanno ragionato insieme a noi su un evento sportivo che ha l’ulteriore significato di unire i popoli. Nello sport qualunque differenza si annulla, perché in pista ci sono gli avversari, oggi le differenze religiose sono alla base di discriminazioni, noi con questa manifestazione vogliamo m lanciare un messaggio di pace a tutto il mondo”.
“L’idea di partenza nasce da un salmo che recita ‘cerca la pace e perseguila’. L’idea è quella di un grande gesto corale su un percorso ispirato a un classico pellegrinaggio a Roma, anche se non ci saranno esattamente sette luoghi di culto” ha spiegato monsignor Melchor Sanchez de Toca.

Diverse le tappe tra bellezze storiche e artistiche della Capitale, tra cui cinque scelte per sottolineare la partecipazione delle confessioni religiose in un percorso ispirato al tradizionale pellegrinaggio delle sette chiese: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa. I 21,097 km destinati alla corsa competitiva attraverseranno la Capitale a partire dalla Basilica di San Pietro, per poi proseguire sul lungotevere, dai Fiorentini ai Pierleoni, e arrivare alla Sinagoga prima di entrare nel cuore della Roma Imperiale: piazza Bocca della Verità, via dei Cerchi nei pressi della Chiesa Ortodossa, via di San Gregorio, piazza del Colosseo e via dei Fori Imperiali. Dopo di ché la Half Marathon attraverserà il centro storico: piazza Madonna di Loreto, piazza Venezia, via del Corso, piazza Augusto imperatore, passeggiata di Ripetta per tornare sul lungotevere Arnaldo da Brescia a Flaminio. Poi dal quartiere Flaminio si passerà al Villaggio Olimpico, per transitare successivamente davanti alla Moschea, entrare nel parco del Foro Italico e passare davanti alla sede del Coni prima di entrare nel quartiere Prati, passando davanti alla Chiesa Valdese a piazza Cavour e da via della Traspontina giungere a tagliare il traguardo a piazza San Pietro da via della Conciliazione.

In termini di sicurezza per un evento a cui sono attese migliaia di persone Raggi ha spiegato: “sono mesi che stiamo coordinando tutto con la prefettura e con la questura, ci hanno dato tutti gli ok, quindi direi che c’è un’organizzazione capillare sotto tutti questi aspetti. Non siamo da soli, ci sono altri soggetti che se ne stanno occupando e che hanno seguito tutto il percorso dal principio”.
Dal punto di vista tecnico il tracciato non è particolarmente difficile sul piano altimetrico mentre soltanto due tratti di strada sono caratterizzati dalla presenza di sampietrini: via della conciliazione e via dei Cerchi-piazza Venezia.
La non competitiva, di 5 km, partirà alle 9.20 sempre da piazza San Pietro e taglierà il traguardo in via San Pio X passando per il lungotevere da Fiorentini a Pierleoni, via del Teatro Marcello, piazza Venezia, piazza del Gesù, largo di Torre Argentina e corso Vittorio Emanuele II.

“Con l’utile che sicuramente realizzeremo grazie alla Via Pacis vogliamo finanziare dei progetti concreti – ha spiegato l’assessore allo Sport, Daniele Frongia – Lo faremo attraverso un bando e a decidere i destinatari di questi soldi, ancora in via di quantificazione, sarà un comitato d’onore in base alla qualità e a quanto si ispirano ai valori della Via Pacis e che abbiano una ricaduta importante a livello sociale”.

Nel comitato d’onore della Half Marathon Via Pacis, presieduto dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, ci sono l’assessore allo Sport di Roma Daniele Frongia, il cardinale Gianfranco Ravasi, il vescovo Paul Tighe, il presidente della Fidal Alfio Giomi, il vicepresidente della Fidal Vincenzo Parrinello, il rabbino capo Riccardo Di Segni, la presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, il segretario del Centro islamico culturale d’Italia Abdellah Redouane, l’imam della Grande Moschea di Roma Salah Ramadam, il membro del Cio Mario Pescante, il presidente del Coni Giovanni Malagò e quello del Cip Luca Pancalli.
Per l’occasione le due squadre della capitale, l’As Roma e la Lazio, correranno insieme e l’evento sarà sostenuto anche da Acea.
Al momento sono 1895 gli iscritti alla mezza maratona. Alla non competitiva di 5 km, sono previsti 4.000 partecipanti. Il Santo Padre saluterà i partecipanti all’arrivo in piazza San Pietro. Dal 14 al 16 settembre sarà attivo il villaggio della Rome Half Marathon Via Pacis con eventi e spettacoli in piazza del Popolo.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21359 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014