torna su
17/10/2019
17/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Violenza donne: Raggi, ecco le prioritá per Roma sicura

‘Prevenzione nelle scuole, misure su telecamere e taxi’. Così il sindaco della Capitale in un intervento pubblicato sul Messaggero

Avatar
di G.I. | 2017-09-15 15/09/2017 ore 8:53

Il sindaco Virginia Raggi (Foto Omniroma)

“I recenti fatti accaduti in tutt’Italia dimostrano che bisogna sempre tenere alta la guardia e soprattutto rafforzare la prevenzione”. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi in un intervento pubblicato dalla prima del Messaggero sul tema della violenza sulle donne illustra le priorità per Roma sicura.

“Noi come Amministrazione siamo già all’opera”, assicura. “Siamo in stretta collaborazione con le altre istituzioni e le forze dell’ordine per poter rendere la cittá più sicura. Le telecamere sono uno strumento utile perché  funzionano anche da deterrente. Noi abbiamo a disposizione oltre 4.000 mila occhi elettronici su tutto il territorio di Roma Capitale, molti deiquali direttamente collegati con la Questura. Ma non è abbastanza. Abbiamo iniziato stanziando una prima tranche da mezzo milione di euro per installare 150 nuove telecamere in tutti i Municipi: contiamo di concludere quest’operazione entro la fine dell’anno. E siamo contemporaneamente al lavoro su altri
progetti per rendere il sistema di videosorveglianza ancor più capillare. Un altro settore importante riguarda l’illuminazione stradale. Abbiamo messo mano al Piano Led per migliorare l’illuminazione del centro storico e delle periferie, oltre che per un aspetto estetico anche per la sicurezza”.

Sui taxi “esiste la tariffa rosa, uno sconto per le donne che prendono il taxi di notte. Stiamo aumentando i controlli per accertare che questa agevolazione venga effettivamente applicata sempre”.

Raggi dice di aver avviato “un tavolo per la creazione dell’Osservatorio Pubblicità”, per “sensibilizzare, prevenire e contrastare la pubblicita’ discriminatoria anche attraverso
sanzioni pecuniarie”. Poi “l’apertura di uno sportello antiviolenza in ogni municipio” e l’avvio “di attività di prevenzione permanente nelle scuole che hanno aderito”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
829 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014