torna su
15/08/2020
15/08/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Botticelle a Roma, vetturini a giudizio per maltrattamento

Il pm Alberto Galanti ha chiuso l’inchiesta su presunti maltrattamenti ai cavalli. Circa 12
vetturini rischiano ora di finire a processo per aver ricoverato gli animali in strutture anguste e in
condizioni non idonee

Avatar
di Redazione | 2017-09-28 28/09/2017 ore 18:07

Il pm di Roma Alberto Galanti ha chiuso l’inchiesta su presunti maltrattamenti ai cavalli delle cosiddette botticelle, i tradizionali calessi romani. Circa 12 vetturini rischiano ora di finire a processo con l’accusa di maltrattamenti per averli ricoverati in strutture anguste in condizioni non idonee.

La Lega Anti-vivisezione, che si dice pronta a costituirsi parte civile in un eventuale processo, scrive sul suo sito: “Speriamo che l’odierno procedimento giudiziario incoraggi anche la chiusura delle indagini sulla scuderia realizzata al Pincio con sperpero di fondi pubblici e incredibili danni all’integrità di un luogo vincolato come Villa Borghese, e auguriamoci che l’Assemblea Capitolina esamini al più presto la proposta di Delibera di iniziativa popolare per la dismissione delle botticelle”, firmata da oltre 10mila cittadini romani e depositata a febbraio 2015.

“Apprendo con soddisfazione la decisione del pm Galanti di inviare a processo i vetturini delle botticelle romane a significare che le nostre denunce erano fondate. Nella precedente amministrazione Marino il nostro legale depositò formale denuncia-querela alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma per maltrattamento animale. Alcuni nostri attivisti avevano documentato con immagini fotografiche gravi ed evidenti irregolarità come la dimensione dei box, la temperatura, l’igiene, la ventilazione, il rumore e gli impianti tecnici. I cavalli, inoltre, sarebbero costretti nei box, durante le ore di riposo, legati. E, sempre a proposito del riposo degli animali, questo è reso particolarmente difficile vista l’ubicazione a pochi metri del villaggio globale dove si organizzano costantemente eventi musicali dal vivo fino a notte fonda con conseguente rumore elevato”. E’ quanto dichiara il presidente del Partito Animalista Europeo, Stefano Fuccelli. “Del resto cosa ci si può aspettare da questi vetturini che non esitano ad insultare ed aggredire chi cerca di tutelare questi poveri cavalli?” prosegue Fuccelli che cita la maxi rissa del 4 agosto 2012 in Piazza di Spagna che portò a cinque feriti e tre arresti.

“Ora chiediamo al sindaco Raggi di mantenere l’impegno assunto in campagna elettorale di abolire subito questo incivile servizio di trasporto pubblico così come indicato nel programma politico del M5s di Roma, motivo per cui molti cittadini romani le diedero fiducia. Non ha più alibi e l’incriminazione della Procura è un ottimo assist”, conclude Fuccelli.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23449 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014