torna su
28/01/2021
28/01/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Slavina a Campo Felice, due morti

Valanga a pochi chilometri da Roma, gli sciatori nella località “Anfiteatro” sarebbero stati spinti contro gli alberi

Avatar
di Alg | 2018-02-4 4/02/2018 ore 13:09

Valanga assassina a pochi chilometri da Roma.  Una slavina ha infatti colpito Campo Felice, in provincia dell’Aquila. Sono stati localizzati i due corpi degli sciatori dispersi, ormai senza vita. Da quanto appreso dal Soccorso Alpino, i due sarebbero stati spinti dalla violenza della slavina contro gli alberi. C’e anche un ferito, ora ricoverato per politraumi. Le vittime erano esperti sciatori.

La slavina e’ avvenuta nella zona chiamata l’ “Anfiteatro”, una localita’ non servita dagli impianti di risalita. Sul posto sono al lavoro gli uomini del Soccorso Alpino, con tecnici, unita’ cinofile e l’elisoccorso.

Campo Felice, assieme a Roccaraso, il Terminillo e il Terminillo è uno dei punti di riferimento per gli sciatori romani.

Il decalogo di Meteomont per evitare problemi. 1) Indossare l’Arva (strumento elettronico utilizzato per la ricerca delle persone travolte) controllandone il funzionamento prima di iniziare l’escursione. 2) Muoversi il piu’ possibile lungo le creste ed i dorsali, utilizzando i punti sicuri del terreno, come le rocce, i tratti pianeggianti, gli alberi. 3) Evitare le zone sottovento e dominate da cornici. 4) I pendii aperti e uniformi, o quelli che presentano bruschi cambi di pendenza ed i canaloni sono da considerare sospetti. 5) In caso di manto nevoso instabile, non avventurarsi su pendii con inclinazione superiore a 30 gradi 6) Evitare attraversamenti di pendii aperti. 7) Quando un attraversamento e’ necessario, il pendio deve essere tagliato il piu’ in alto possibile. 8) La salita e la discesa di un canalone deve avvenire sempre verticalmente e lungo i margini. 9) Evitare assolutamente l’ attraversamento di zone che confluiscono in crepacci, salti di roccia, pietraie affioranti o altre insidie. 10) Le vecchie tracce non sono indice di sicurezza, in quanto nel frattempo la situazione puo’ essere cambiata

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
1068 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014