torna su
17/02/2020
17/02/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma: Ferrovie e Rai stroncati da pochi cm di neve

Dramma capitolino: oggi sono caduti alcuni cm di neve e tutto è andato in tilt. La Rai ha bucato diverse trasmissioni, Ferrovie si è praticamente bloccata

Anna Ricca
di Anna Ricca | 2018-02-26 26/02/2018 ore 19:05

 

 

I pochi cm di neve che hanno imbiancato Roma hanno bastonato soprattutto i servizi pubblici.

In questa poco gratificante lista 2 sono stati i veri vincitori: mamma Rai e le Ferrovie dello Stato. Servizi pubblici pressochè fondamentali ma che, però, hanno dimostrato tutta la loro fragilità.

Questa ondata di maltempo (Burian e neve) è stata largamente e con molto anticipo preannunciata. Anzi è stato il trend che ha tenuto banco davanti a qualunque altro argomento.

Parliamo innanzitutto delle Ferrovie, che recentemente hanno acquisito anche la gestione della rete stradale dell’Anas, e che, alla prova dei fatti, si sono dimostrate incapaci  a fronteggiare la breve nevicata.
E’ vero che non capita tutti gli anni, ma non è la prima volta che nevica a Roma. E’ incomprensibile, che i treni abbiano potuto accumulare ritardi fino a sette ore e molte decine di corse siano state soppresse. Le spiegazioni, quando ci sono state, sono apparse scarse e assolutamente inadeguate al tracollo. La stazione di Roma-Termini è sempre rimasta nel caos anche quando il sole ha ripreso a splendere sulla Città. Un disastro che si sta trascinando anche in queste ore, dato che gli scambi parrebbero “congelati” e riparabili solo MANUALMENTE… I viaggiatori dei Frecciarossa, deviati nella campagna romana, hanno dovuto scendere alla stazione Tiburtina. E ovunque di taxi nemmeno l’ombra.

Un altro servizio pubblico, la Rai, è finito nel delirio. Programmi come ‘’I fatti vostri’, lo show condotto da Giancarlo Magalli, non è andato in onda. ‘’Buono a sapersi’’ su Raiuno, invece, è andato in onda ma SOLO con ripescaggi di spezzoni di trasmissioni precedenti. Altri programmi come Agora hanno ritardato la messa in onda. Non sono mancate le reazioni sui social alle quali la Rai ha risposto che nei programmi intervengono anche ospiti che sono stati scoraggiati (da chi?) a muoversi con la neve.

Una sola domanda? Ma tutto questo non poteva essere in qualche modo previsto? Tanto da parte delle Ferrovie che da parte della Rai anche perchè essendo servizi pubblici, hanno il totale e prioritario accesso ad ogni informazione in tempo reale.

Ci chiediamo che razza di dirigenti siano, in realtà, quelli (Rai e Ferrovie) che non hanno pensato al famoso piano B previsto per queste situazioni? Che poi, la storia ci ha insegnato che in inverno può fare freddo e può persino nevicare. Giovedì aspettiamo di vedere il secondo tempo di questo teatrino dell’inadeguatezza.

Occhio, signori dirigenti state in campana: giovedì é annunciato un nuovo marcato peggioramento del meteo! Dirigente avvisato…

Stampa

A proposito dell'autore

Anna Ricca
557 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014