torna su
20/05/2019
20/05/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Case di sabbia a Ostia, il Comune le acquista?

Per l’assessore Castiglione il Campidoglio sta varando questa possibilità, ma il Pd chiede certezze sule ristrutturazioni

Avatar
di Alg | 2019-01-9 9/01/2019 ore 15:30

Case di sabbia a Ostia

“Le case popolari a Ostia hanno la nostra assoluta attenzione. Sono in fase avanzata le trattative con la Moreno Estate, proprietaria degli immobili che ospitano oltre 1.000 famiglie nel Municipio X, per scongiurare un possibile sgombero e arrivare a una soluzione bonaria”. Lo dice l’assessore Capitolino al Patrimonio Rosalba Castiglione, in merito alle cosiddette case di sabbia.

La vicenda affonda le radici nel 2001, quando il Comune prese in affitto questi appartamenti a Ostia da una societa’ successivamente acquisita dal gruppo Armellini. Li’, in immobili privati, l’amministrazione ha collocato dei nuclei familiari presenti nelle graduatorie per la casa popolare. Il contratto e’ scaduto nel 2012, dopo decine e decine di milioni di euro pagati dal Comune ai privati. Il Pd chiede certezze affinché prima dell’acquisizione partano i lavori di ristrutturazione, perché le condizioni di queste case sono spesso pessime, costruite con materiali di scarsa qualità. 

 “Le trattative con la societa’ privata sono gia’ in fase avanzata – afferma Castiglio – contiamo di arrivare presto alla definizione di una soluzione bonaria. La prima opzione sul tavolo e’ quella di acquisire al patrimonio capitolino gli appartamenti. Stiamo chiaramente facendo un’indagine sulla staticita’ e sulla stabilita’ degli edifici, per valutare e definire gli interventi manutentivi necessari”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
732 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014