torna su
29/05/2020
29/05/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

È morto Ezio Bosso

Il direttore d’orchestra, compositore e pianista, aveva 48 anni

Avatar
di Redazione | 2020-05-15 15/05/2020 ore 9:40

È morto il direttore d’orchestra, compositore e pianista Ezio Bosso. Aveva 48 anni. Dal 2011 conviveva con una malattia neurodegenerativa diagnosticata dopo l’intervento per un tumore al cervello. Bosso era nato a Torino il 13 settembre 1971. Il 20 giugno dello scorso anno era stato nominato cittadino onorario di Roma.

Un uomo profondo e generoso, un artista esplosivo capace di trasmettere la gioia di suonare e la passione per la musica: sono molto addolorato per la scomparsa di Ezio Bosso: lo afferma il ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini. “E’ un triste giorno per la cultura italiana che perde un grande interprete e compositore, un uomo straordinario che ha fatto della sua vita un messaggio di speranza e di forza”, aggiunge.

“E’ uno di quegli artisti più capaci del nostro Paese. Non ho parole. Oggi manca un grande italiano di cui sentiremo davvero la mancanza”. Queste le parole di Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento, ad “Agorà”, su Rai3, appresa la notizia della morte.

Con la musica e col suo sorriso ci aveva emozionato, facendoci spesso riflettere: grazie di tutto, Maestro. Lo ha scritto su Facebook Anna Ascani, viceministro dell’Istruzione, commentando il tragico evento. “In una recente intervista aveva dichiarato ‘la musica è un bisogno primario dell’uomo’”, afferma Ascani.

Con Ezio Bosso se ne va “non solo un artista straordinario, impareggiabile compositore e pianista, ma anche un grande uomo”. Così in una nota i componenti del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura al Senato. “La notizia della morte di Ezio Bosso lascia sgomenti e riempie di infinita tristezza il mondo della cultura e il paese intero. Con lui se ne va non solo un artista straordinario, impareggiabile compositore e pianista. Ma anche un grande uomo, che ha sempre sostenuto il valore formativo e sociale della musica, capace di testimoniare per anni con il suo corpo e con la sua arte tutta la forza che è possibile esprimere pur nella convivenza con la malattia. Oggi – conclude la nota – il paese intero piange questa perdita. Alla sua famiglia le più sentite condoglianze e la nostra vicinanza”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
22920 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014