torna su
28/09/2020
28/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Santa Rita da Cascia, le celebrazioni anche a Roma

Oggi si ricorda la santa delle cause impossibili. Celebrazione nel convento di San’Agostino a Campo Marzio. Per l’occasione arrivate 500 rose dalla Calabria

Avatar
di Alg | 2020-05-22 22/05/2020 ore 9:54

Santa Rita

Anche Roma ricorda Santa Rita da Cascia. Nella Capitale centinaia di persone sono attese nel convento di San’Agostino a Campo Marzio per la festività odierna che ricorda la santa delle cause impossibili. Una tradizione che si rinnova da anni.

L’Ordine degli Agostiniani , infatti, celebra annualmente la festa di Santa Rita da Cascia, suora agostiniana vissuta dalla fine del 1300 alla metà del 1400. Per padre Giacomobello la santa rappresenta un luminoso esempio di unione a Dio nella preghiera e di servizio e amore per i fratelli, invocata dai fedeli come santa degli impossibili”. Per non privare i fedeli della possibilità di rivolgere suppliche Rita, davanti alla reliquia e all’immagine custodite nella Basilica di Sant’Agostino in Campo Marzio, l’Ordine ha predisposto misure di precauzione e contingentamento per garantire il regolare afflusso di fedeli. L’emergenza coronavirus ha infatti cambiato i piani.

Per l’occasione da Tropea sono state inviate a Roma da Tropea in provincia di Vibo Valentia, e da Cittanova in provincia di Reggio Calabria 500 rose. Proprio quel fiore che sfoggia tutta la sua bellezza proprio a maggio è infatti il simbolo della santa Beatificata da papa Urbano VIII nel 1628, fu proclamata santa da papa Leone XIII nel 1900.

Secondo la tradizione, la sera del Venerdì Santo 18 aprile 1432 ritiratasi in preghiera della Passione di Gesù avrebbe ricevuto una spina dalla corona del Crocifisso conficcata in fronte. Ma nel 1446 volle partire per Roma, per assistere alla canonizzazione del predicatore agostiniano Nicola da Tolentino. La badessa era contraria per via della ferita, ma essa scomparve il giorno prima del pellegrinaggio. E Rita partì. Al ritorno da Roma, però, la stigmata ricomparve. Rita muore nel 1447 e per miracolo il suo corpo rimane incorrotto.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
1022 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014