torna su
14/04/2021
14/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Gli rubano la Guzzi dopo 40 anni in sella, “aiutatemi a ritrovarla”

Sparita il 10 marzo mentre era parcheggiata in via Giordano Bruno. Paolo Bruni offre una ricompensa di 1.500 euro

Avatar
di Redazione | 2021-03-19 19/03/2021 ore 11:00

 

Programmava viaggi vicini e lontani con la sua moto per godersi la pensione appena arrivata, quando sarebbe finita l’emergenza Covid, e invece qualcuno gliel’ha rubata, in pieno giorno, davanti al mercato Trionfale a Roma. Una moto che rappresenta la storia di oltre metà della sua vita: è con lui da prima della nascita della figlia Marianna. Lo racconta in un post su Facebook Paolo Bruni, chiedendo aiuto per ritrovare la sua Guzzi 1000 Sp, sparita il 10 marzo mentre era parcheggiata in via Giordano Bruno.

 

“Era mia dal 1981 (40 anni!). Abbiamo fatto insieme quasi 300.000 chilometri”, scrive nel suo post, pubblicando la foto della Guzzi. “Me l’hanno rubata il 10 marzo a Roma, davanti al mercato Trionfale, in via Giordano Bruno, tra le 11:30 e le 13:30. Proprio ora che andando in pensione speravo di godermela ancor più di quanto me la sia goduta (tanto!) in tutti questi anni. Si tratta di una Guzzi 1000 SP targata Roma (per esteso) 433450. Vi chiedo di condividere il post e diffondere con ogni mezzo l’offerta di ricompensa in foto, anche negli altri social”, scrive Bruni.

“Per me – e chi mi conosce lo sa – è come una seconda figlia; cronologicamente la prima, dal momento che mia figlia Marianna è nata una decina di anni dopo. Quarant’anni sempre insieme, tutti i giorni, con qualsiasi tempo. Compagna di vita, oltre che di strada. So bene che si tratta di un tentativo disperato, che probabilmente non darà nessun risultato (facile che la moto sia già all’estero o a pezzi). Ma non voglio lasciare nulla di intentato. Aiutatemi, se potete. E grazie anticipate per il vostro sostegno”. Il suo post ha scatenato un tam tam di condivisioni di amanti delle due ruote e non, e tanti lo hanno contattato per segnalargli vendite “sospette”: “Mi ha scritto anche un motociclista dalla Francia per avvisarmi di un annuncio online, purtroppo non era la mia moto”, ha detto Paolo Bruni ad “Agenzia Nova”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25291 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014