Marra rimane in carcere. Respinta istanza scarcerazione

Il tribunale del riesame di Roma ha respinto la richiesta dell'avvocato di Raffaele Marra, Francesco Sacchi, che aveva chiesto in alternativa i domiciliari

Raffaele Marra, ex responsabile del personale in Campidoglio, resta in carcere. Lo ha deciso il Tribunale del Riesame respingendo l’istanza di scarcerazione presentata dall’avvocato Francesco Scacchi – che in alternativa aveva chiesto la misura dei domiciliari – cui si era opposta anche la procura di Roma. Marra è stato arrestato il 16 dicembre scorso con l’accusa di corruzione in concorso con l’immobiliarista Sergio Scarpellini.

In questi giorni in cui la solidità della giunta Raggi verrà messa a dura prova – e si continua a ventilare l’ipotesi di un avviso di garanzia anche per la sindaca – la notizia della mancata scarcerazione di Marra rende ancora più difficile la posizione di una giunta che si è sempre schierata dalla parte dell’ex capo delle risorse umane del Campidoglio.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna