torna su
10/04/2021
10/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Via Giulia, il giardino barocco che seppellirà il pup

L'assessore Campioni in esclusiva a Radiocolonna: processo partecipativo

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 10/04/2015 ore 13:03
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:40)

Soprintendenza, giunta municipale e studi architettonici. Tutti seduti attorno a un tavolo per Via Giulia, la strada storica di Roma compresa tra il Rione Regola e il Rione Ponte. Al centro del dibattito lo sviluppo urbano e la necessità di riqualificare un’area provata dalla costruzione di un parcheggio interrato. Un pup della discordia che vede comitati e associazioni in prima fila per denunciare le falle di un progetto definito ‘interrato’ ma  che – dicono dal Coordinamento Città Storica – pare emerga di oltre tre metri dal piano stradale. Un progetto che dice di voler valorizzare le preesistenze archeologiche – proseguono i comitati NO PUP –  per poi ricoprire i reperti e svilire un’idea progettuale che la Soprintendenza avrebbe dovuto realizzare tramite un concorso internazionale. Il giardino barocco che sorgerà sul parcheggio di Via Giulia sarà un unicum a Roma, un incontro tra innovazione e valorizzazione del patrimonio archeologico, un progetto che non è stato svelato nei dettagli ma che emerge dalle linee guida messe a punto negli incontri tra municipio e cittadinanza. Un anfiteatro per spettacoli ed attività didattiche, un giardino e un’area dedicata alla ginnastica sono solo alcuni dei punti che sorgeranno – secondo le stime della giunta guidata da Sabrina Alfonsi – nell’anno giubilare. Partecipazione. Una parola chiave in un municipio che tende a includere i residenti nella condivisione di idee e progetti per migliorare il proprio quartiere. Lo sa bene l’attivissima Tatiana Campioni, l’assessore ai lavori pubblici che sta praticando –  con successo – il metodo partecipativo tra cittadini e amministrazione su tutto il territorio del I municipio di Roma, un coinvolgimento che è in via di sperimentazione anche a Via Carlo Alberto. In esclusiva per Radiocolonna l’assessore Campioni ha fatto chiarezza sulle polemiche che sono nate attorno alla costruzione del parcheggio di Via Giulia. “La progettazione è stata affidata ad imprese di grande spessore come la Diener, che nel 2006 fu l’unica a presentare un progetto di giardino per il pup di Via Giulia – ha dichiarato l’assessore – giardino che è risultato prioritario anche nel processo partecipativo che abbiamo avuto con i residenti in autunno”. L’idea che verrà  realizzata terrà conto dei beni archeologici al punto che “dove ci saranno reperti non verrà cementato nulla e il parcheggio finale sarà di 1/3 rispetto all’idea originale”. Tatiana Campioni poi respinge al mittente le accuse di un parcheggio che, a detta dei comitati, non sarebbe interrato perchè “all’altezza di Vicolo delle Prigioni c’è una fossa che da la percezione di un rilievo. Solo in quel punto, per la conformazione del manto stradale, non c’è un interramento vero e proprio”.  E infine la promessa che “in futuro il metodo partecipativo verrà applicato anche a Piazza Dante, Piazza San Cosimato e in altri punti del municipio”. La sfida – partecipata – continua. (GdS)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25260 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014