torna su
25/09/2020
25/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

La Marcia per la Terra: solidarietà e rispetto ambientale

Donato il Pane dell'accoglienza

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 9/11/2015 ore 6:47
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:01)

Si è svolta ieri a Roma la Marcia per la Terra, per la solidarietà universale e per il clima. Organizzata dal Vaticano, con una forte partecipazione di Papà Francesco, l’iniziativa è stata sostenuta da molte aziende pubbliche e private. Durante il percorso è stato donato del pane. 

“Abbiamo preso parte con entusiasmo alla Marcia per la Terra: il nostro Pane dell’Accoglienza, che sarà distribuito ai turisti in pellegrinaggio nella nostra città in occasione del Giubileo, è in linea con i principi che hanno ispirato questa giornata. Realizzato esclusivamente con farine a km ‘0’ e con lievito madre, sarà offerto proprio come il caffè ‘sospeso’ di Napoli. Un omaggio alla solidarietà universale, al clima e al rispetto delle risorse del pianeta: ecco perché oggi siamo qui”. Così in una nota Bernardino Bartocci, presidente dell’Associazione Panificatori della Cna di Roma che ha offerto una degustazione di Pane dell’Accoglienza ai partecipanti alla marcia, presso lo stand di Azienda Romana Mercati, azienda speciale della Camera di Commercio di Roma.

 

“L’enciclica di Papa Francesco è un monito alla coerenza degli impegni ambientalisti assunti da governi e istituzioni. La marcia di oggi è per la Terra, ma anche per ribadire il No alle fonti fossili e all’ipocrisia del Governo”. Così dichiara in una nota Alfonso Pecoraro Scanio, già ministro dell’Ambiente, che ha partecipato alla Marcia con Rosario Trefiletti, Presidente di Federconsumatori; Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo e Fulvio Mamone Capria, Presidente della LIPU con lo striscione dell’iniziativa: “Uniti per la Campagna NoTriv” lanciata dalla Fondazione UniVerde di cui è Presidente. 

«Oggi la vera sfida – continua Pecoraro Scanio – è contrastare l’ipocrisia di chi parla di rinnovabili e poi fa leggi a favore di trivellazioni petrolifere, inceneritori e addirittura torna a parlare della possibilità di realizzare il Ponte sullo Stretto. Ci vuole coerenza».

«Migliaia di persone con tanti colori nel corteo di oggi, dal Colosseo a San Pietro, sono un positivo segno alla pressione dell’opinione pubblica affinché si prendano decisioni concrete alla COP 21 di Parigi e anche per vincere i referendum No Triv, previsti per la prossima primavera» conclude l’ex ministro dell’Ambiente.

C.T. Fonte omniroma

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23745 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014