torna su
28/09/2020
28/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Giubileo, ecco il Piano. Gabrielli: no fly zone su tutta Roma

Sanità, wifi, sicurezza e volontariato: i punti fondamentali del Piano Giubileo

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 19/11/2015 ore 13:29
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:03)

Una no fly zone che coprirà i cieli di Roma per tutta la durata dell’Anno Santo.

E’ questa la notizia annunciata dal Prefetto Gabrielli a margine dell’evento di presentazione del Piano Giubileo, l’organizzazione interistituzionale istituita da Comune, Regione, Città Metropolitana e prefettura che si prefigge “obiettivi straordinari con risorse ordinarie” sul tema dei trasporti pubblici, della sicurezza e delle infrastrutture digitali e urbane. Un piano presentato questa mattina a Palazzo Valentini da Nicola Zingaretti, Franco Gabrielli, dal commissario Tronca e dal vicesindaco metropolitano Alessandri. “Abbiamo inaugurato una nuova concezione di Grande Evento – ha esordito il prefetto di Roma – la divisione delle competenze e la pianificazione degli interventi nel quadro dell’ordinarietà”. Gabrielli ha poi descritto i punti fermi che caratterizzeranno l’organizzazione dell’Anno Santo. Tra questi la Sala Giubileo, centro unico interistituzionale per la gestione dell’evento e – sul fronte comunicativo – un portale internet unico delle istituzioni italiane coadiuvato da app e profili social. Una convenzione con i tre atenei romani consentirà la disponibilità di tirocinanti e per il servizio civile è previsto l’apporto di circa mille giovani. “In tempi di pauperismo spinto abbiamo attivato anche un percorso con la Banca d’Italia per controllare la spesa pubblica della manifestazione” ha concluso il prefetto. Nicola Zingaretti ha ringraziato gli “invisibili” – dirigenti, progettisti, operatori sanitari – che hanno reso possibile la nascita di dodici nuovi poli di pronto soccorso, l’acquisto di ambulanze e la formazione di nuovi volontari. Sul fronte dei trasporti il governatore ha rivendicato l’acquisizione di nuovi bus Cotral, il potenziamento del treno Roma-Fiumicino e il nuovo ponte sul fiume Cremera, “un passaggio pedonale che consentirà ai fedeli della via francigena di raggiungere San Pietro a piedi”. Capitolo infrastrutture digitali: pronta la rete pubblica wifi – secondo Alessandri – “più grande d’Europa”, grazie all’unione tra la rete della Provincia e quella della capitale. Per Roma sono previsti 31 interventi di riqualificazione urbana e di sistemazione del verde pubblico “tutti conclusi entro il 31 gennaio” ha annunciato Tronca, integrati da un potenziamento dei mezzi ATAC e,  sul fronte amministrativo, da una rotazione complessiva dei dirigenti comunali.

Ma il tema che tiene banco in questi giorni è proprio quello della sicurezza. Il prefetto di Roma ha annunciato l’allargamento della no-fly zone su tutta Roma nel periodo del Giubileo. Una scelta in sintonia con la linea dell’attenzione massima ma senza allarmismi “per non destabilizzare ulteriormente la cittadinanza”. “Abbiamo sconfitto il terrorismo interno quando i brigatisti non sono stati più considerati ‘compagni che sbagliavano’ ma criminali – ha dichiarato Gabrielli a margine – la reazione degli islamici moderati è la vera chiave di volta per sconfiggere la minaccia internazionale” (gds)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23749 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014