torna su
18/04/2021
18/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Giubileo, Alfano: pronto decreto sicurezza

Il ministro degli Interni annuncia l’invio di 1.500 uomini a Roma

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 23/11/2015 ore 16:50
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:04)

1.500 militari in più a Roma. È una delle novità più importanti del decreto che verrà inviato nelle prossime ore al Quirinale relativamente alla sicurezza per il Giubileo. Ad annunciarlo il ministro Angelino Alfano, durante un’intervista a Repubblica Tv, in cui ha parlato della necessità dell’invio di uomini per garantire che il Giubileo si svolga in maniera ancora più protetta.

“Già prima di Parigi – ha aggiunto Alfano – avevano (l’Isis, ndr) gli occhi puntati sul Giubileo, visto che il Califfo aveva puntato su San Pietro e sulla città simbolo della cristianità. Ci sono poi – ha aggiunto – i professionisti dell’ansia, come se il nostro Paese non fosse in grado di affrontare un grande evento e garantire la sicurezza. Ma all’Expo si è dimostrato il contrario”.

Intanto, oggi il prefetto di Roma Franco Gabrielli ha annunciato le modalità con cui si svolgerà il cosiddetto “Piano sicurezza”, annunciato nei giorni scorsi e che verrà attuato a partire dall’8 dicembre prossimo, giorno di apertura della Porta Santa. I giorni intorno a Pasqua saranno quelli in cui l’allerta, già innalzata, verrà portata al livello massimo. “Oggi – ha dichiarato Gabrielli – trovano applicazione le misure di sicurezza disposte dal questore per l’anno giubilare. Le misure sono molto più stringenti ma non cambierà nulla dal punto di vista delle libertà e dei diritti dei cittadini”.

Agenti in divisa saliranno sui mezzi di trasporto per garantire la sicurezza dei passeggeri. Sorvegliati speciali saranno, ovviamente, piazza San Pietro e i principali monumenti della Capitale, dal Colosseo a Fontana di Trevi. Attenzione particolare sarà rivolta anche ai luoghi di ritrovo, in particolare dei giovani, come concerti o manifestazioni. Controlli serratissimi anche nelle piazze della movida dove il questore Nicolò D’Angelo non esclude perquisizioni, “qualora lo si ritenga opportuno”.

Controlli rafforzati e metal detector in azione a San Pietro, per l’Angelus, e all’Olimpico per l’avvio di Lazio-Palermo. Al match ha assistito anche il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Durante la partita, anche un falso allarme. Uno zainetto lasciato sugli spalti in tribuna Monte Mario, ha costretto la polizia ad intervenire, salvo poi individuare il proprietario; il papà di una bambina che aveva accompagnato la figlia in bagno, lasciando lo zainetto come segnaposto. (MS)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25315 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014