torna su
28/09/2020
28/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Giubileo, Roma chiama Assisi, il 13 apertura della Porta Santa

35 eventi fino al 13 novembre

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 4/12/2015 ore 10:03
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:05)

Roma e Assisi unite dal Giubileo. La città umbra guarda all’Anno della Misericordia con 35 eventi dal 13 dicembre al 13 novembre. D’altronde la città di Francesco santo ha un collegamento ideale e concreto con Francesco pontefice. Bergoglio infatti ha già visitato la cittadina umbra il 4 ottobre 2013, e non per niente lo spirito del “Poverello” sta caratterizzano tutto questo pontificato.

 

 

Il Giubileo ad Assisi inizierà ufficialmente domenica 13 con l’apertura della Porta Santa della Cattedrale di San Rufino. Ma altre due Porte Sante si apriranno nelle basiliche papali di San Francesco e Santa Maria degli Angeli. Sempre lo stesso giorno il vescovo, monsignor Domenico Sorrentino, inaugurerà l’Atrio della Misericordia dell’Istituto Serafico. Altri momenti importanti saranno il Giubileo delle Forze Armate il 20 gennaio, quello del personal sanitario l’11 febbraio, del mondo del lavoro il 19 marzo, o del mondo dello sport il 18 giugno. Ed ancora, una giornata sarà dedicato ai notai cattolici il 13 maggio. Da notare anche, il 27 ottobre, la commemorazione dello “spirito di Assisi”, a ricordo del trentesimo anniversario dell’incontro interreligioso di preghiera con San Giovanni Paolo II. Un evento, quest’ultimo, da mettere a punto e che vedrà la partecipazione di esponenti di altre religioni. Dunque Assisi si conferma città del dialogo e della pace.

 

 

Per il vescovo della città, monsignor Sorrentino, “l’Anno della misericordia non è soltanto da vivere in ‘verticale’. Abbiamo bisogno, certo, innanzitutto del perdono di Dio. Dobbiamo accostarci con tutto il cuore al sacramento della riconciliazione. Ma dobbiamo anche donarci il perdono a vicenda. È la misericordia in ‘orizzontale'”. Dunque, dice il presule, “‘Misericordia non è soltanto offrire perdono, ma praticare una spiritualità del dono, aprendoci a tutte le sofferenze del fratello”. Il sindaco della città Tonino Lunghi assicura “massima collaborazione”, dando il suo “contributo in termini valoriali affinché si affermi la società del perdono”. (Alg)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23758 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014