torna su
22/11/2019
22/11/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Termini, riaperto l’ostello: arrivati prima i soldi dei permessi

Giubileo, il nuovo ostello della Caritas a Termini. Partner: Ferrovie, BNL, ENEL

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 10/12/2015 ore 13:46
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:06)

Una “cospirazione al bene” l’ha definita il vicario del Papa, “un miracolo di cooperazione tra tante realtà differenti”.

La riapertura dell’ostello della Caritas di Via Marsala si può riassumere con queste parole, pronunciate al termine dell’inaugurazione ufficiale del struttura che dal 1987 – sotto la guida di Don Luigi Di Liegro – ha ospitato più di 10mila persone. Un evento che ha visto la presenza di Nicola Zingaretti, di Franco Gabrielli, dell’ad di Ferrovie Renato Mazzoncini accanto a Mauro Moretti, ora a Finmeccanica e autore – nel 2009 – di un accordo tra Caritas e Ferrovie dello Stato. Tra le presenze religiose, da segnalare anche il Segretario Generale della CEI Nunzio Galantino, Monsignor Andreatta e il padrone di casa, il direttore della Caritas Enrico Feroci. “Questa bella storia è nata tanti anni fa da un supermercato dei ferrovieri – ha raccontato il Monsignore – oggi è tornato a splendere un luogo di accoglienza e carità”. La nuova struttura avrà 200 posti letto e una mensa serale che sarà in grado di accogliere 600 persone. “Bisogna garantire la sicurezza dei cittadini ma allo stesso tempo una permanenza dignitosa delle persone in difficoltà” è stato il pensiero di Mazzoncini, condiviso da Monsignor Galantino che ha anche rivendicato la costruzione di un’università nel Kurdistan irakeno, fermo nel ribadire che “sono questi i modi in cui viene speso l’8×1000”. Di diverso tenore l’intervento del Prefetto, convinto che i bisogni siano più grandi delle risposte che si riescono a dare ma soddisfatto del messaggio dell’evento “che conferma l’Italia come un paese solidale”. Il one man show è senza dubbio Monsignor Feroci, presentatore dell’evento che tra una frecciatina – “sono arrivati prima i soldi che i permessi burocratici” – e una battuta ha presentato gli ospiti con aneddoti e ironia. Il piglio scherzoso ha preso una piega più solenne durante la presentazione del Vicario del Papa, il Cardinal Vallini. L’alto prelato, noto alle cronache per le sue frecciate a Ignazio Marino, ha sottolineato la cooperazione tra soggetti e istituzioni differenti come base del successo dell’iniziativa di restauro dello stabile. “Come ha ribadito Zingaretti, il Giubileo va vissuto ed è importante che si faccia per le persone in difficoltà – ha concluso Vallini – siamo di fronte a una cospirazione al bene. Durante l’Anno Santo venite qui e servite i poveri”.

Scoperta anche la Porta Santa della Carità, opera dell’artista padre Marko Ivan Rupnik, che Papa Francesco varcherà il prossimo 18 dicembre. (gds)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21598 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014