torna su
27/11/2020
27/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Relazione annuale della DIA, Alfano: un miliardo per la sicurezza

Giubileo, appalti e lotta alla criminalità nel rapporto di Ferla al Viminale

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 15/12/2015 ore 13:48
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:06)

Questa mattina la commissione Bilancio ha stanziato un miliardo di euro per la sicurezza e la difesa delle città italiane.

L’ha annunciato questa mattina Angelino Alfano in occasione della presentazione del rapporto annuale della Direzione Investigativa Antimafia. In compagnia del Generale di Divisione Nunzio Antonio Ferla, il Ministro dell’Interno ha raccontato alla stampa numeri e curiosità di un grande investimento pubblico sul tema della sicurezza pubblica. “ 150 milioni verranno destinati alla cyber-security, sia sulle frontiere esterne che nella sicurezza interna delle città – ha dichiatato Alfano – 50 per l’equipaggiamento delle forze dell’ordine e 300 milioni per il bonus degli 80 euro. Un grande investimento che conferma la sicurezza tra le priorità per il nostro Paese”. Come documentato da Radiocolonna, i fatti parigini del 13 novembre hanno aumentato l’allerta e il dispiegamento di forze dell’ordine a presidio dei punti sensibili della Capitale: oltre duemila agenti, in aggiunta ai 11.694 poliziotti, 7.438 carabinieri e 4897 finanzieri presenti in città. Oggi il nuovo stanziamento consentirà una manovra più fluida e corposa sul fronte del contrasto alla minaccia terroristica e sulla filiera di criminalità interna contrastata proprio dalla DIA. “Abbiamo effettuato “sequestri per 2.673.902.509 di euro e confische per 541.789.828. Nel 2015, a fronte di 60 proposte di misure presentate all’autorità giudiziaria, ne sono state respinte solo il 5% – ha dichiarato il capo della DIA Ferla – Oggi stiamo coordinando altre 329 inchieste contro la criminalità”. Numeri impressionanti che rendono la cifra di quanto la minaccia esterna sia differente rispetto a una criminalità interna dominata da corruzione e malversazioni costanti nel mondo degli appalti. Come quelli che – durante EXPO – hanno comportato l’emanazione di 133 misure interdittive antimafia da parte della Prefettura di Milano.

Un precedente che deve far tenere gli occhi aperti sul Giubileo appena iniziato (gds)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24237 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014